Reggina, arriva “El Tanque”: “Si era bonu…”

C’era, e forse c’è ancora, a Reggio Calabria, storicamente radicata nel pessimismo cosmico, un mix di frasi fatte pronte a smontare ogni principio di entusiasmo: “Si era bonu ndu ravanu a nui?”, piuttosto che “Non vonnu nchianari”, o, riferito a Gallo, “Cu sapi cu c’è arretu a iddu”.

Adesso, dopo l’acquisto di Denis (è tutto vero), queste teorie vanno in crisi. Ci viene difficile credere, insomma.

Noi pensavamo che Antenucci fosse il massimo, inarrivabile, invece Gallo e Taibi volevano ancora di più.

Cavolo, ma forse è vecchio. Però un certo Fabio Quagliarella, classe 1983, ha vinto il titolo di capocannoniere in serie A ed in serie C, o in odore di C, troviamo:

Mazzeo 1983
França 1980
Calaiò 1982
Tavano 1979
Maccarrone 1979
Castaldo 1982
Floro Flores 1983
Antenucci 1984
Vantaggiato 1984
Granoche 1983
Caracciolo 1981
Cacia 1983
Evacuo 1982.

E allora lasciamoci trasportare dalla voglia di Gallo che vuole vincere e farci tornare in alto.

Un’ultima considerazione la merita Massimo Taibi. Dopo il mercato di gennaio era lecito muovergli qualche critica, anche se non era facile trovare in poco tempo calciatori di valore e che comprendessero che si era di colpo passati dall’orlo del fallimento ad una società forte. Adesso non possiamo che fare un plauso al DS che ha centrato tutti gli obiettivi per regalare a Mimmo Toscano una squadra in grado di vincere. I meriti sono sotto gli occhi di tutti.

E, in attesa di osannare “El Tanque” al suo arrivo, ci tuffiamo nel campionato.

Bisogna iniziare subito col piede giusto.

Condividi sui social
  •  
  •  
  •  

Author: Ugo La Camera