Dov’è la Reggina?

(17) Si fa fatica a commentare un’altra “non prestazione”, a capire quanto ancora si intenda tirare una corda già fin troppo tesa dopo la sconfitta contro l’Akragas. Eppure, quel fondo che ci

Reggina 1914: “Abbiamo già dato!”

(16) Ci risiamo! Stesso cliché (ci perdoni il Presidente), stesso spettacolo indecoroso, stesso risultato. Così come lo scorso anno a Vibo, quest’anno contro l’Akragas (a Siracusa) contro il fanalino di coda senza società e reduce da 7 sconfitte consecutive ed un’astinenza di vittorie

Reggina-Bisceglie 0-0: la nostra dimensione

(15) Commentare uno 0-0 è semplice da un lato, complicatissimo dall’altro. Semplice perché se non tiri in porta o lo fai col contagocce, irrimediabilmente il risultato non si sbloccherà; complicato perché cerchi di capire cosa sia mancato per portare a casa una vittoria che avrebbe

Lecce-Reggina: illusione e delusione!

(14) Eravamo andati a Lecce mettendo in conto una sconfitta, non foss’altro che per la disparità di valori tra i salentini che tentano per l’ennesimo anno il salto di categoria dopo tante delusioni, ma alla fine del match rimane la rabbia per essere passati dall’illusione alla delusione.

Reggina 1914: con 8 partite d’anticipo…

(13) 17 punti in 12 partite, questo è lo score della Reggina dopo un terzo del campionato. Gli amaranto toccano questa quota con 8 partite di anticipo rispetto alla scorsa stagione quando, proprio dopo il pareggio di Caserta che li portava a quota 10 alla nona giornata,

Reggina 1914-Calcio Catania: un’emozione per pochi

(12) “Come stravolgere il tabellino di un cronista al 95°”: firmato Andrea Bianchimano. Quando tutti eravamo pronti a commentare un buon pareggio della Reggina contro una corazzata costruita per vincere il campionato, la Reggina ha costruito l’unica azione pericolosa di tutta la

Reggina 1914: oltre il punto c’è di più!

(11) Ci si aspettava tanto da questa partita e per diversi motivi. Se lo aspettava, in primis, Maurizi il quale sapeva bene che la sua squadra veniva da tre prestazioni al di sotto degli standard richiesti. E la squadra a Monopoli ha risposto con un primo tempo di altissimo livello

Reggina 1914: “Attenti a quei due”

(10) Vincere è l’essenza del calcio; farlo dopo aver sofferto contro una squadra che può recriminare per le occasioni perse, lo è ancora di più. Reggina–Andria ci ha mostrato una squadra (la Reggina) non brillante ma capace di soffrire senza sfaldarsi restando unita alla ricerca del

Reggina 1914: troppo piccola per il Trapani

(9) Se ad una squadra, costruita col chiaro intento di salvarsi, togli l’intero reparto avanzato titolare ed altri due potenziali titolari e la metti di fronte una delle favorite del campionato, a qualsiasi latitudine il risultato finale sarà scontato. La Reggina con l’emergenza sa di dover

Reggina 1914: schiaffo dai lupi!

(8) Il Cosenza vince il derby e lo fa con merito, senza strafare ma giocando una partita ordinata e grazie alla giocata di uno dei suoi punti di forza, Mendicino. Braglia ha preso le redini della squadra rossoblù da poco tempo per poter attuare in tutto e per tutto il suo credo

Reggina 1914: nel segno della continuità

(7) 4 punti in due trasferte è tanta roba. Così come i 5 risultati utili consecutivi. Badate bene, nessun record giacchè anche lo scorso anno, dopo la sconfitta di Fondi, la Reggina inanellò 5 risultati utili consecutivi (1 vittoria e 4 pareggi) salvo poi perdere a Lecce; così come fece 4

Reggina 1914: io penso positivo!

(6) Se hai un buon, anzi un ottimo portiere capace di toglierti le castagne dal fuoco nei momenti difficili ed un allenatore che sa leggere e cambiare in corsa la partita allora, in questa, categoria puoi fare molto bene. Badate bene, il Fondi ad oggi è poca cosa, e l’ultimo posto in

Reggina 1914: le due facce della (stessa) medaglia

(5) Come passare da un primo tempo scintillante, in cui la vittoria sembrava la logica conseguenza di una supremazia, a tratti imbarazzante, su un Matera che nutre ambizioni di alta classifica, ad una ripresa in cui, all’ultimo atto della gara, la squadra di Auteri ha rischiato

Reggina 1914: Tutto come un anno fa (o quasi)

(4) Strane coincidenze. La Reggina versione 2017/2018 ha lo stesso ruolino di marcia di quella dell’anno precedente dopo tre giornate di campionato: sconfitta alla prima giornata (ieri Fondi

Reggina-Catanzaro: ciao capoluogo!

(3) C’erano tanti motivi d’interesse attorno a questo Reggina–Catanzaro, atto secondo (dopo la gara di Coppa Italia dello scorso 13 agosto). Dopo quella partita, la Reggina aveva perso a

Reggina: “Chi sbaglia paga!”

(2) C’è una regola non scritta nel calcio che rende questo sport unico, diverso da tutti gli altri: gol sbagliato-gol subito. Se, poi, i gol sbagliati sono più di uno, allora la probabilità che questa regola si concretizzi sono di gran lunga più elevate. E così, una Reggina sprecona più che

Reggina: “Chi ben comincia…”

(1) Un buon inizio, al di sopra delle aspettative, quello della Reggina nella sua prima uscita ufficiale contro il Catanzaro valevole per il primo turno della Coppa Italia di categoria. Nessun trionfalismo (sarebbe fuori tempo e fuori luogo) ma un sano ottimismo certamente sì. I

Gerenza

Direttore Responsabile

Maurizio Gangemi

mauriziogangemi@ilreggino.it

mauriziogangemi@gmail.com

+39 349 19 56789

P.E.C.

ilreggino@pec.it

e-mail alla Redazione

redazione@ilreggino.it

in Redazione

Ugo La Camera

ugolacamera@ilreggino.it

+39 392 1000 901

sede Redazione

Via Marra Privata, 21/B – Gallico

89135 Reggio di Calabria

Editore

Associazione Culturale

“Leggende Amaranto”

sede legale

Via Zona Industriale, 92

89121 Reggio di Calabria

partita iva/codice fiscale

02889720807

e-mail all’Editore

leggendeamaranto@ilreggino.it

acleggendeamaranto@gmail.com

Autorizzazione del Tribunale

di Reggio Calabria

n. 8 del 23 ottobre 2009

Collegamenti Social

Statistiche

  • 3.577.989
  • 13.688
Copyright © 2018 Il Reggino