Earth Overshoot Day: abbiamo già esaurito le risorse del Pianeta per il 2019

(171) L’ Earth Overshoot Day (EOD) indica il giorno nel quale l’umanità consuma per intero le risorse del pianeta nel corso di quell’anno. Per questo 2019 i dati sono allarmanti. Infatti, le risorse disponibili sono state esaurite il 29 luglio, con ben quattro mesi abbondanti di anticipo. Ciò significa che da questa data in poi gli uomini stanno consumando di più del previsto anticipando l’utilizzo delle risorse per il futuro.

Proseguendo verso questa strada il rischio è che entro il 2050 l’umanità consumerà il doppio della produzione totale del Pianeta.

L’EOD è calcolato dal Global Footprint Network, Istituto internazionale di ricerca, dividendo la biocapacità della Terra (ossia la quantità di risorse ecologiche che il nostro Pianeta è capace di generare durante un anno) per l’impronta ecologica dell’umanità ( le necessità annuali degli uomini) moltiplicata per i giorni in un anno. Tutto ciò ha ripercussioni visibili ad ognuno di noi.

Non a caso il 2019 è stato registrato come uno fra gli anni più bollenti nella storia del Pianeta, sintomo di un riscaldamento globale sempre più incalzante oltre agli episodi di deforestazione, collasso della pesca, scarsità di acqua potabile, erosione del suolo, perdita di biodiversità e accumulo di anidride carbonica nell’atmosfera, che sono a loro volta causa di: siccità, incendi boschivi e uragani.

Ma allora cosa si può fare per aiutare la nostra Terra che sembra ormai stanca di combattere i “soprusi” dei suoi stessi abitanti?

Secondo il Global Footprint Network bisognerebbe posticipare Earth Overshoot Day di 5 giorni ogni anno in modo da vedere la situazione ripristinata entro il 2050, a questo proposito è stata lanciata l’iniziativa #MoveTheDate con annesse solutions maps che coinvolgono 5 settori (città, energia, cibo, popolazione e pianeta), che consentono agli utenti di calcolare la propria impronta ecologica e sostenere le soluzioni esistenti.

Importante è inoltre la riduzione di CO2, di sprechi soprattutto alimentari con annessi processi industriali per garantirne la vendita e dimezzare il consumo energetico. Insomma tutte soluzioni che con lo sforzo e l’impegno congiunto di ognuno di noi apporterebbero grossi benefici al nostro amato Pianeta Terra!

(fonte web)
Condividi sui social
  •  
  •  
  •  

Gerenza

Direttore Responsabile

Maurizio Gangemi

mauriziogangemi@ilreggino.it

mauriziogangemi@gmail.com

+39 349 19 56789

P.E.C.

ilreggino@pec.it

e-mail alla Redazione

redazione@ilreggino.it

in Redazione

Ugo La Camera

ugolacamera@ilreggino.it

+39 392 1000 901

sede Redazione

Via Marra Privata, 21/B – Gallico

89135 Reggio di Calabria

Editore

Associazione Culturale

“Leggende Amaranto”

sede legale

Via Zona Industriale, 92

89121 Reggio di Calabria

partita iva/codice fiscale

02889720807

e-mail all’Editore

leggendeamaranto@ilreggino.it

acleggendeamaranto@gmail.com

Autorizzazione del Tribunale

di Reggio Calabria

n. 8 del 23 ottobre 2009

Il Nostro Supplemento Sportivo

Collegamenti Social

Statistiche

  • 4.177.131
  • 14.159
Copyright © 2019 Il Reggino