Reggio di Calabria: Laganà (MNS) “Perché la raccolta differenziata non va”

Condividi sui social

(676) “Per essere ancora più chiari, ed evitare che qualcuno fraintenda, mentre si discute, mi tocca chiarire alcuni passaggi che riguardano il dissenso della popolazione rispetto alla raccolta differenziata porta a porta. 1) Siamo tutti convinti che i rifiuti vanno differenziati. 2) Critichiamo e siamo contrari a questo tipo di differenziata, che prevede l’esposizione di pattumiere e sacchetti davanti ai portoni di casa per molte ore, e questo e’ causato dall’esiguo numero di mezzi e uomini dell’AVR. 3) Siamo altresì contrari perché la raccolta di umido ed indifferenziato non avviene tutti i giorni ed è inammissibile trattenere in casa quel tipo di rifiuto per più di alcune ore. 4) L’esposizione fuori dal portone di pattumiere e sacchetti in molte vie di Reggio e’ impossibile per la ristrettezza dei marciapiedi, per l’assenza di marciapiedi, per la rapidità di alcune discese/salite. 5) Chiediamo che l’Amministrazione torni indietro sulla decisione di rimuovere i cassonetti stradali della differenziata, e dare la possibilità a tutti quei cittadini che non si possono adeguare a questi ritmi di poter usufruire, comunque, del servizio. 6) chiediamo quindi che si interrompa definitivamente questo atteggiamento di scontro con i cittadini che ha portato la nostra città a diventare una discarica pubblica con enormi conseguenze dal punto di vista dell’immagine per i turisti, della vivibilità e credibilità nelle Istituzioni per i residenti. 7) Chiediamo all’Amministrazione Comunale di essere vigile controllore rispetto all’operato del servizio offerto dall’azienda AVR, affinché fughi tutte le ipotesi relative ad una mancata, effettiva, differenziazione dei rifiuti, così come paventato da video, articoli e post apparsi di recente sui social. 8) Chiediamo all’Amministrazione Comunale di rivedere la tassazione sui rifiuti, posto che la raccolta differenziata effettuata in  questi anni ( secondo le statistiche pubblicate fin’ora) ha contribuito a ridurre le spese a carico dell’Ente. 9) Invitiamo l’Amministrazione Comunale a prendere in seria considerazione la possibilità di trovare una soluzione accomodante nei riguardi di quei cittadini che (carte e certificazioni alla mano) non sono nelle condizioni economiche di far fronte alle spese relative alla tassazione sui rifiuti con relativi arretrati  non pagati. 10) Infine, ritenendo di poter usufruire di alcuni incentivi al pari di molti altri cittadini Europei, chiediamo all’Amministrazione Comunale di installare, ove possibile, macchinette che ripagano con monete l’introduzione di bottiglie ed altro materiale facilmente riciclabile”. Saverio Laganà, Delegato Nazionale Movimento Nazionale per la Sovranità.


Condividi sui social

Gerenza

Direttore Responsabile

Maurizio Gangemi

mauriziogangemi@ilreggino.it

mauriziogangemi@gmail.com

+39 349 19 56789

P.E.C.

ilreggino@pec.it

e-mail alla Redazione

redazione@ilreggino.it

in Redazione

Ugo La Camera

ugolacamera@ilreggino.it

+39 392 1000 901

sede Redazione

Via Marra Privata, 21/B – Gallico

89135 Reggio di Calabria

Editore

Associazione Culturale

“Leggende Amaranto”

sede legale

Via Zona Industriale, 92

89121 Reggio di Calabria

partita iva/codice fiscale

02889720807

e-mail all’Editore

leggendeamaranto@ilreggino.it

acleggendeamaranto@gmail.com

Autorizzazione del Tribunale

di Reggio Calabria

n. 8 del 23 ottobre 2009

Collegamenti Social

Statistiche

  • 3.661.511
  • 13.765
Copyright © 2018 Il Reggino