venerdì,Dicembre 4 2020

Caos rifiuti. 50 lavoratori senza stipendio. Nuovo sciopero

Proclamato il secondo blocco di due giorni, dal 10 al 12 dicembre tutto il personale impiegato in attività di igiene urbana nella provincia di Reggio Calabria

Caos rifiuti. 50 lavoratori senza stipendio. Nuovo sciopero

Non si placa la querelle relativa ai pagamenti dei dipendenti Avr. E, dopo aver dato avvio alle procedure di raffreddamento e conciliazione e ulteriori scioperi, le soglie sindacali tornano a rivendicare i diritti dei lavoratori.

Infatti, scrivono Fp-Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti e Fiadel, «ad oggi ci risulta che una nutrita componente di lavoratori (circa 50) non hanno percepito la mensilità relativa al mese di agosto, settembre ed ottobre, mentre la rimanente parte (circa 350) non ha percepito le mensilità di settembre ed ottobre.

Questo comportamento da parte datoriale non più accettabile; i lavoratori che con sacrificio e dedizione affrontano le giornate lavorative senza percepire, ormai da tempo, alcuno stipendio in modo regolare, generando, di fatto, gravi difficoltà alle loro famiglie e attualmente si trovano a non avere le condizioni minime di sostentamento. Le OO.SS. non posso che denunciare questo comportamento ed evidenziando un arretramento nelle relazioni sindacali ed una totale assenza da parte di Aver S.p.A..

Per quanto sopra premesso, in ottemperanza a quanto previsto dalle vigenti norme in materia, non avendo avuto certezze sulla situazione economica finanziaria, sui ripetuti e mancati accordi non rispettati dalla società, proclamano la seconda azione di sciopero della durata di 48H (quarantotto ore) dalle ore 5:01 di giorno 10 dicembre 2019 alle ore 4:59 di giorno 12 dicembre 2019 di tutto il personale impiegato in attività di igiene urbana nella provincia di Reggio Calabria, con garanzia delle prestazioni indispensabili per garantire le finalità di cui al comma 2 dell’articolo 1 previsti dalla L.146/90».