sabato,Novembre 28 2020

Reggio: disagi, danni, allagamenti. Processione rinviata. Attivata unità di crisi in Prefettura

Mezzo metro d'acqua che rischia di allagare case ed esercizi commerciali, come ad ogni nubifragio prolungato. Forte peggioramento sulla fascia jonica e tirrenica. Situazione seria a Cinquefrondi con i torrenti in piena. Budello sotto osservazione

Reggio: disagi, danni, allagamenti. Processione rinviata. Attivata unità di crisi in Prefettura

Piove ininterrottamente da oltre tre ore su Reggio Calabria. Un temporale molto intenso, così come annunciato dall’allerta rossa diramata ieri dalla Protezione civile. Strade invase dell’acqua, detriti e sacchi dell’immondizia che vengono trascinati via, qualche volta andando anche ad ostruire le caditoie.

Una situazione per adesso sotto controllo, ma che inizia a preoccupare se le precipitazioni dovessero continuare con tale consistenza.

Chi è già in emergenza, invece, è la popolazione residente nel quartiere vicino allo stadio “Granillo” dove, solo ieri sera, si è tenuto il derby fra Reggina e Rende con migliaia di spettatori. Quella zona, infatti, come sempre accade quando vi sono forti temporali, è divenuta un vero e proprio lago artificiale con l’acqua salita ad almeno mezzo metro. Ciò significa che le autovetture non sono al momento utilizzabili ed anche uscire di casa è una vera impresa. Il video di un nostro lettore mostra in maniera evidente gli enormi disagi per i residenti.
Già nel recente passato, un forte nubifragio aveva portato a danni di non poco conto per i commercianti presenti e per i tanti residenti, costretti a lavori straordinari di pulizia delle autovetture. D’allora nulla è cambiato e la zona continua ad essere soggetta ad allagamenti.

Problemi seri anche nella zona dello svincolo di San Leo, che conduce al centro commerciale di Porto Bolaro. La zona, come spesso accade negli episodi di forte maltempo, è completamente allagata e le auto non riescono a passare. Allo stato è preferibile evitare di transitare in zona.

Allagamenti anche su Viale Calabria e su Corso Garibaldi all’altezza della questura di Reggio Calabria. Anche il sottopasso vicino alla stazione centrale è chiuso.

La Curia arcivescovile, intanto, fa sapere che la processione dell’effigie del quadro della Madonna della Consolazione, che oggi avrebbe dovuto far ritorno all’Eremo, è stata rinviata al primo dicembre prossimo. Nella serata di oggi la santa messa sarà regolarmente alle 18.

In provincia, dopo una prima fase di tempo non particolarmente critico, adesso la situazione è in netto peggioramento. Precipitazioni molto intense a Bova Marina e nell’area greco-calabra. Sulla Locride i torrenti sembrano non aver ancora risentito della pioggia battente. Anche nella zona marina della fascia costiera jonica, temporali abbastanza sostenuti e strade che iniziano ad allagarsi in modo serio. Il mare, però, fa già paura. Soffiano forti venti di scirocco e si teme un possibile peggioramento nel corso della giornata.

Sulla Piana piove da oltre due ore ed a Cinquefrondi la situazione sta peggiorando sempre di più, come si vede dal video allegato, con i torrenti ingrossati.
A Gioia Tauro, il torrente Budello è sorvegliato speciale; chiusa per precauzione la strada che, costeggiando il corso d’acqua, collega la città del porto e la frazione Drosi di Rizziconi.

«In considerazione del messaggio di allertamento  da parte della Protezione civile regionale che prevede l’allerta rossa  per la giornata odierna per tutto il territorio di questa Città metropolitana, il prefetto, Massimo Mariani – si legge in una nota della prefettura – ha istituito l’unità di crisi presso la sala operativa di questa Prefettura per coordinare gli interventi necessari a risolvere le criticità conseguenti alle incipienti, avverse condizioni metereologiche. Partecipano alla unità di crisi : i Rappresentanti della Protezione civile regionale, della Protezione Civile e del Settore viabilità e Polizia della Città metropolitana, delle Forze di Polizia, della Direzione marittima, della Polizia stradale, della Polfer, dei Vigili del Fuoco, del Suem 118, di RFI, e di Anas».

Vi terremo aggiornati in tempo reale sull’evolversi di questa domenica di forte maltempo.