venerdì,Novembre 27 2020

Concluso il corso: ecco le nuove guide ambientali escursionistiche

Protagonisti del corso, iniziato a novembre, più di 20 partecipanti provenienti da ogni angolo della Calabria e della Sicilia

Concluso il corso: ecco le nuove guide ambientali escursionistiche

Si è concluso a Reggio Calabria il corso professionalizzante per guida ambientale escursionistica. L’importante periodo formativo, che ha visto protagonisti gli oltre 20 partecipanti provenienti da ogni angolo della Calabria e della Sicilia, aveva preso le mosse lo scorso novembre.

Il corso si è reso possibile grazie ad un’importante sinergia tra l’associazione Guide Turistiche Associate Calabria, Confindustria reggina ed AIGAE (Associazione italiana guide ambientali escursionistiche).

Quest’ultima, è l’unica associazione a livello nazionale che ha ottenuto il riconoscimento dal ministero per lo Sviluppo Economico, divenendo negli ultimi anni leader nella formazione di giovani professionisti e grande punto di riferimento per il settore dell’ Ecoturismo.

L’intenso periodo di formazione ha trovato la sua conclusione nella tre giorni d’esami con varie prove, da quella di orientamento sul campo fino al fatidico quiz con domande su tutti gli argomenti toccati a lezione.

Altra interessante prova è stata quella che ha avuto come obiettivo la realizzazione di alcuni progetti di escursione, adesso facilmente commercializzabili, con destinazione Pentedattilo, Gallicianò e Seminara.

La commissione presieduta dalla giovane guida Aigae Alessandro Mantuano, si è avvalsa del lavoro di Andrea Ciulla, Pasquale Gioffrè e Alfonso Picone Chiodo.

Adesso, per questi nuovi giovani professionisti, guide delle nostre montagne, le sfide più importanti saranno rappresentate dal comunicare i nostri luoghi, incuriosire i fruitori, raccontare con piede sul terreno le nostre contrade ed i nostri sentieri ed infine fare rete con tutte le figure professionali del comparto turistico.

Rimane fondamentale far passare il messaggio che anche alle nostre latitudini vivere di turismo è possibile se si adotta un approccio innovativo, competente e con prospettive di largo respiro.