mercoledì,Ottobre 20 2021

Villa San Giovanni, Richichi: «Stop a pulizia spiagge per rallentamento nel conferimento dell’indifferenziato»

Il sindaco chiarisce che già oggi è organizzato un incontro con i vertici dell'Avr per fare il punto della situazione

Villa San Giovanni, Richichi: «Stop a pulizia spiagge per rallentamento nel conferimento dell’indifferenziato»

«Poiché non è la prima volta che mi viene “rinfacciato” di aver dichiarato in Consiglio Comunale che la pulizia delle spiagge sarebbe iniziata, il 27 aprile. Così come concordato con l’assessore Pietro Caminiti, mi corre l’obbligo precisare e chiarire – dichiara Maria Grazia Richichi, sindaco facente funzioni a villa San Giovanni – che ho dato un indirizzo preciso che si è tradotto, così come dichiarato, a partire da lunedì 27 aprile fino a mercoledì 5 maggio, in una corposa pulizia di tutto l’arenile del tratto di spiaggia che va dal faro di punta pezzo e fino alla rampa di ingresso del molo di sottoflutto.

La raccolta si è bloccata a partire dal sei maggio a tutt’oggi in quanto vi è stato un rallentamento nel conferimento dell’indifferenziato presso l’impianto di Sambatello così come comunicatomi dall’Assessore Pietro Caminiti, motivo per il quale, non potendo conferire il servizio in spiaggia è stato interrotto. Questi i fatti. Ecco, in questo senso: “qualcosa è andato storto” – continua la Richichi – Per tale interruzione dei lavori lungo il litorale, ho convocato per domani (stamane nds) mattina i vertici dell’AVR, assieme all’Assessore di riferimento Pietro Caminiti, per fare il punto della situazione al fine di poter ripartire con il programma già concordato e stilato in merito alla pulizia delle spiagge, che assicuro continuerà, appena l’impianto di cui sopra potrà continuare a ricevere il rifiuto indifferenziato a pieno regime che andremo a raccogliere laddove è presente sul litorale villese.

Il coinvolgimento del mondo associazionistico, per la giornata ecologica – prosegue il sindaco – è un appuntamento che si ripete ormai da dieci anni e che vede impegnate le associazioni ambientalistiche e di tutti i cittadini che hanno a cure il bene comune, spesso aggredito e deturpato da comportamenti poco consoni al vivere civile.

Pertanto, non il 17 bensì il 24 maggio, con Legambiente, Consulta dei Quartieri, volontari, amministratori e associazioni e con AVR a supporto, per tutta la giornata ci ritroveremo in vari punti del litorale per contribuire a rendere più decorose le nostre spiagge afflitte da rifiuti provenienti da ogni dove.

È chiaro – conclude Richichi- che senza la collaborazione dei cittadini e dell’intera comunità, a cui ci appelliamo, sarà difficile, nelle condizioni post Covid19 in cui ci troviamo, rendere le spiagge appetibili per la popolazione, che ricordiamo che dovrà muoversi con senso di responsabilità evitando assembramenti. Il senso civico prima di tutto, insieme al senso di appartenenza alla città, questo è lo slogan che vorremo coniare e poter condividere insieme alla comunità».

Articoli correlati

top