venerdì,Ottobre 23 2020

Sistema depurazione a Melito di Porto Salvo ancora in tilt

L'Ancadic denuncia: «Una fiumara di liquami fognari costeggia le abitazioni di via Rumbolo»

Sistema depurazione a Melito di Porto Salvo ancora in tilt

Riceviamo e pubblichiamo da Vincenzo Crea referente unico dell’ANCADIC e Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”:

Facciamo seguito alle numerose segnalazioni della scrivente associazione per rappresentare che il disastro ambientale determinato dallo scarico a cielo aperto di liquami fognari non depurati sulla via Rumbolo e sulla spiaggia di Melito di Porto Salvo continua.

La situazione si è ulteriormente aggravata atteso che il canalone a cielo aperto che costeggia le abitazioni  è  colmo  di  liquami  fognari  atteso che  non  si  è provveduto a pulirlo e lo scorrimento naturale delle acque è impedito. Giova ripetere che trattandosi di acque fognarie le stesse non debbono confluire in detto canalone.

Alcuni abitanti del posto dopo avere contattato telefonicamente la locale Polizia Municipale hanno segnalato la grave situazione alla scrivente associazione rinnovando la preoccupazione per i disagi e i potenziali pericoli per la salute causati dal ripetersi sistematicamente di tale gravissima e insostenibile situazione igienico sanitaria.

Intorno alle ore 11,00 dello scorso 4 ottobre mi sono recato sul posto e ho riscontrato che la situazione era sovrapponibile a quella più volte descritta con le precedenti segnalazioni: scarico di liquami sulla via Rumbolo e sulla spiaggia riscontrando che il canale a cielo aperto era colmo di liquami fognari e lo stesso era sorvolato da  grosse zanzare. Si ribadisce che nelle adiacenti abitazioni ci sono dei bambini e a nostra conoscenza una persona con malattia oncologica.

Tenuto conto della grave situazioni igienico sanitaria in atto e non escludendo il peggioramento della stessa anche in considerazione che il tempo era all’acqua alle ore 12,00 circa ho richiesto telefonicamente l’intervento dei Carabinieri di Melito di Porto Salvo affinché informassero il Comune sull’ improrogabile intervento da eseguire per rimuovere la gravissima situazione igienico sanitaria.

Non è possibile, né appare giustificabile che in tutto questo tempo non si riesca a mettere a norma il sistema di depurazione e in ogni angolo sgorgano liquami fognari, tra l’altro in molti casi a ridosso delle abitazioni.