giovedì,Aprile 15 2021

Lungomare di Villa S. Giovanni e variante di Cannitello, al via i lavori di riqualificazione

Oltre 5 milioni di euro d'investimento per coprire l'eco-mostro, opera propedeutica alla realizzazione del Ponte sullo Stretto. Restyling per il lungomare Fata Morgana con pista ciclabile

Lungomare di Villa S. Giovanni e variante di Cannitello, al via i lavori di riqualificazione

È stata presentata questo pomeriggio, a Villa San Giovanni, la progettazione esecutiva dei lavori di mascheramento della galleria artificiale e riqualificazione del lungomare in località Cannitello, tratta Battipaglia-Reggio Calabria, consistente in interventi di opere civili, sistemazione idraulica, impianti luce e forza motrice, opere a verde. L’intervento, finanziato dal Cipe per 5.030.084 euro, riguarda le opere di ricontestualizzazione dell’area interessata dalla realizzazione della “Variante ferroviaria di Cannitello”, un ecomostro fermo ormai da dieci anni.

Tale variante ferroviaria si era resa necessaria in ragione dell’interferenza del tracciato esistente con il sito in cui era prevista la localizzazione della Torre lato Calabria del ponte sullo Stretto di Messina. Le opere principali dell’intervento comprendono quindi il mascheramento della galleria artificiale e la riqualificazione del lungomare Fatamorgana. L’area di progetto ricade nel territorio del comune di Villa San Giovanni, di notevole interesse panoramico e naturalistico-ambientale. Le scelte progettuali operate infatti, prevedono un intervento a basso impatto e tale da garantire la migliore rinaturalizzazione dell’area possibile, sulla base della contestualizzazione ecologica e paesaggistica, del miglioramento percettivo dell’infrastruttura e della sostenibilità.

Il progetto di mascheramento prevede il ricoprimento della galleria artificiale con la predisposizione di uno spazio polifunzionale e la realizzazione di un giardino sempreverde con cespugli e alberature raggiungibile con una pista ciclo pedonale dal lungomare. Il percorso ciclopedonale partirà dal lungomare Fatamorgana, percorrerà parte della sede ferroviaria dismessa e poi inizierà a salire sul rilevato di abbancamento della galleria, con una successione di pianerottoli e rampe e di piazzole belvedere in corrispondenza del rigiro del percorso, sino all’area polifunzionale posta sulla galleria stessa. Il percorso ciclopedonale avrà una larghezza media di circa 3 metri ed una pendenza longitudinale massima pari a 5%. La pavimentazione sarà contenuta da un cordolo laterale in calcestruzzo armato posizionato a lato del percorso. In fregio al lato a monte del percorso correrà una canaletta di smaltimento delle acque provenienti dalla scarpata. Sul lato a valle infine, verrà posizionato un parapetto e un arginello di 0,50 metri.

Gli interventi previsti per la riqualificazione del lungomare riguardano invece, la modifica della sezione stradale, con inserimento di una pista ciclabile a doppio senso di marcia e di una corsia carrabile a senso unico e sosta lato monte; il rifacimento della pavimentazione del marciapiede lato mare, con inserimento di scivoli per abbattimento barriere architettoniche e percorsi tattili; la sostituzione della ringhiera e arredi (panchine, cestini porta rifiuti); la realizzazione di un’area ludica sul lungomare in prossimità del faro di Pezzo. «Con questi interventi – ha spiegato il consigliere con delega alle Infrastrutture e all’Urbanistica e Grandi opere Giovanni Imbesi, che ha seguito il progetto – si avrà la copertura della variante di Cannitello, realizzando un parco proprio sulla variante, dove ci sarà una pista ciclopedonale. Sul tetto della variante ci sarà un’area ludica, un anfiteatro per le manifestazioni e una zona verde, che sarà fruibile, dove verranno piantumati degli alberi.

Un parco cittadino a tutti gli effetti. Contemporaneamente, verranno eseguiti i lavori di riqualificazione del lungomare, con la sostituzione della ringhiera, della pavimentazione, la realizzazione di una pista ciclabile a doppia corsia, verranno spostati i posteggi sul lato monte, in modo tale da lasciare il fronte mare libero e la viabilità sarà a senso unico. La pista ciclabile non sarà semplicemente verniciata a terra, ma con la messa in opera del tappetino. Da oggi partono i 330 giorni per la realizzazione. I due cantieri saranno contemporanei e perciò si lavorerà su due fronti. Inoltre, verrà realizzata un’area ludica con un parco inclusivo con giostre per i bambini diversamente abili, in quello che è l’attuale largo Pino Marra. Come Comune – ha annunciato poi – abbiamo presentato un progetto per realizzare una parallela alla via marina, che colleghi la chiesa di Pezzo alla chiesa di Cannitello, in modo tale da rendere ancora più fruibile la via marina, con una via alternativa, che attualmente è solo la Nazionale, posta troppo in alto. Verranno realizzati sul lungomare tutti i loghi dei quartieri di Villa San Giovanni, che verranno realizzati in pietre a bassorilievo».

top