domenica,Ottobre 17 2021

Museo Santa Barbara: a Mammola la fabbrica dei sogni di Nik Spatari

Nato sulle ceneri di un antico monastero grazie all'intuito dell'allievo di Picasso scomparso un anno fa, al suo interno ospita la "cappella sistina calabrese" e oltre quaranta opere di artisti contemporanei internazionali

Museo Santa Barbara: a Mammola la fabbrica dei sogni di Nik Spatari

Da antico monastero a fabbrica dei sogni di uno dei maggiori esponenti dell’arte contemporanea. Siamo al Musaba, situato nel cuore della Calabria, nella Vallata del Torbido a sud est del centro abitato di Mammola. Creato nel 1969 da Nik Spatari e Hiske Maas, Musaba è un parco museo all’aperto, che sorge nell’antico complesso monastico di Santa Barbara.

Un’area di circa 7 ettari immersa nel verde, che trasuda arte e meraviglia da ogni angolo, un mix inedito di antico e moderno che trascina il visitatore in un’esperienza immersiva e a tratti surreale. Al suo interno la “cappella sistina calabrese”, un gigantesco dipinto tridimensionale lungo 14 metri, che copre tutto lo spazio della volta e dell’abside della antica abbazia di Santa Barbara che rappresenta il Sogno di Giacobbe, frutto dello spirito “creativo, inquieto ed eretico” di Nik Spatari, realizzato a cavallo tra il 1991 e il 1995. L’artista, scomparso lo scorso anno, è stato fondamentalmente un autodidatta, ma ha frequentato e collaborato con grandi artisti: da Picasso a Le Corbusier, da Jean Cocteau a Max Ernst.

Oltre alle opere realizzate dallo stesso Spatari, il Musaba espone circa quaranta opere di artisti contemporanei internazionali nel contesto naturale del parco e presso i ruderi del monastero certosino, situato all’interno del parco stesso. Grazie alla caparbietà e all’amore per l’arte dei suoi fondatori, oggi il Musaba è l’unico museo all’aperto in Calabria ed è anche uno dei pochi laboratori sperimentali in Europa.

top