lunedì,Dicembre 4 2023

“Noi amiamo Reggio”, gli studenti: «Esperienza d’esempio alla città e da riproporre»

A palazzo San Giorgio il consigliere Milia premia i ragazzi che hanno partecipato alla pulizia della città

“Noi amiamo Reggio”, gli studenti: «Esperienza d’esempio alla città e da riproporre»

Un’ondata d’amore che ha travolto la città, togliendo “i rifiuti” non solo in senso materiale, ma tutti i preconcetti su tanti giovani che invece hanno dimostrato la loro passione per il luogo in cui vivono.

A palazzo San Giorgio stamattina, il consigliere Federico Milia, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale ha premiato i ragazzi che hanno partecipato alla pulizia della città sotto lo slogan di “Noi amiamo Reggio”. Iniziativa che ha avuto grande risonanza mediatica perché a fare da traino c’era Angela Robusti, la compagna dell’allenatore della Reggina, Filippo Inzaghi. Nell’aula Falcomatà i rappresentanti dell’istituto Piria e del liceo scientifico Leonardo Da Vinci hanno raccontato l’esperienza di cui hanno fatto tesoro e che certamente sarà riproposta.

Per Vincenzo Trunfio si è trattato di «Attività fondamentali, non tanto per il lavoro di pulizie, ma per la sensibilizzazione attuata. Il problema è già il titolo “Noi amiamo Reggio”, manca appunto l’amore per la città. Durante questo percorso molte persone si sono opposte. Abbiamo incontrato difficoltà ma alla fine anche persone e insegnati che ci hanno aiutati. Quando Angela ha intrapreso il percorso l’abbiamo contattata per impegnarci, dunque dire che il progetto è suo è riduttivo. Dobbiamo dare il buon esempio a tutti. Le scuole sono il punto di partenza e ci auguriamo che il progetto continui. Grazie ad Angela che si è impegnata con noi».

Vincenzo Nava ha rivolto un ringraziamento anche al Comune che «ci ha permesso di svolgere questa attività e a Teknoservice». Anche a testimonianza di un volontario, Vincenzo: «Sono iniziative che si vedono poche volte, ma che tuttavia hanno mostrato il potenziale dei giovani reggini, dando una scossa». «Non solo un giorno – ha spiegato Rosanna Poeta – noi amiamo Reggio tutto il resto dell’anno».

Fortunato Tripodi, rappresentante d’istituto del liceo: «Vorrei fare tesoro dell’esperienza e riproporre questo progetto per il futuro». «Qualcuno ci ha detto “fate gli spazzini” – chiarisce Alessandro Ferrari – fa molto onore vedere la partecipazione di tanti ragazzi, perchè è un modo per testimoniare l’amore per la città».

In coda all’appuntamento la testimonianza di Antonello Errante, sindacalista del Sul e il suo appello «a differenziare bene – dice Errante – perchè ci sono troppi incivili e mi auguro di vedere la mia città bellissima».

Come chiarisce Milia: «Tra la settimana scorsa e oggi ho vissuto i momenti più belli da quando sono consigliere. È stato divertente tornare nei licei, questi ragazzi mi hanno acceso l’entusiasmo oggi più che mai». E le iniziative non si esauriranno oggi.

Articoli correlati

top