domenica,Aprile 14 2024

Reggio, 65 bus elettrici Atam per la svolta green del Pnrr

La giunta comunale ha approvato la proposta di delibera per il rinnovo flotte bus e treni verdi

Reggio, 65 bus elettrici Atam per la svolta green del Pnrr

La città dello Stretto si vota alla sostenibilità e si prepara alla svolta green con l’arrivo, grazie al Pnrr, di 65 bus elettrici per la flotta Atam spa. La giunta comunale ieri ha approvato la proposta di delibera relativa al Piano nazionale di ripresa e resilienza e i relativi investimenti per il “rinnovo flotte bus e treni verdi”; insieme sono state approvate le linee guida.

Le risorse

Il Comune reggino sono state destinate risorse per 46.219.864 euro, chiarisce la delibera, «da riservare all’acquisto di autobus ad emissioni zero con alimentazione elettrica o ad idrogeno e alla realizzazione delle relative infrastrutture di supporto all’alimentazione, per il rinnovo del parco veicoli dei servizi di trasporto pubblico locale».

In particolare al Comune di Reggio Calabria è stato assegnato l’obiettivo obbligatorio dell’acquisto minimo di 17 (diciassette) autobus entro il 31 dicembre 2024, e minimo 65 (sessantacinque) autobus complessivi entro il 30 giugno 2026.

Nel Pnrr l’amministrazione reggina è «oggetto beneficiario con titolarità dei procedimenti amministrativi funzionali alla relativa attuazione in capo al Settore “Grandi Opere, Programmazione LL.PP.”, poiché competente in materia di mobilità.

L’interlocuzione con Atam

«In aderenza al Green Deal europeo è stata individuata come destinataria dell’intervento l’azienda ATAM Spa, partecipata dal Comune di Reggio Calabria e dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria, che ha in carico l’esercizio dell’attività inerente all’organizzazione ed alla gestione del trasporto pubblico locale nelle aree metropolitane, urbane ed extraurbane».

Da qui l’interlocuzione avviata con Atam s.p.a., attuale soggetto affidatario dei servizi di trasporto pubblico locale per «mettere a sistema l’opportunità offerta dal finanziamento con le condizioni e i vincoli al contorno (asset infrastrutturali disponibili per la collocazione delle infrastrutture di supporto all’alimentazione).

Bus elettrici, risorse green

Dalle linee guida, approvate ieri in giunta, emerge l’obiettivo per un «diverso approccio alla mobilità, assicurando la sostenibilità del trasporto pubblico locale, tramite la sostituzione dei mezzi inquinanti con altrettanti a minor impatto ambientale e la realizzazione delle infrastrutture di supporto per l’alimentazione da fonti rinnovabili, come auspicato dai principali strumenti di programmazione nazionali ed europei».

Obiettivo in linea con la Commissione Europea che ha adottato la strategia “Trasporti 2050” per «la trasformazione e il potenziamento della mobilità in chiave sostenibile e digitale, secondo quanto delineato nel Green Deal europeo, favorendo al tempo stesso la crescita, l’occupazione e la rimozione degli ostacoli nelle aree di maggiore flusso».

Articoli correlati

top