martedì,Luglio 27 2021

Giovane morto nell’agrumeto di Rosarno, escluso l’omicidio

Nessuna traccia di violenza sul corpo del ragazzo deceduto ieri. Si lavora per ricostruire l'esatta dinamica ma prende piede l'ipotesi dell'incidente

Giovane morto nell’agrumeto di Rosarno, escluso l’omicidio

Non è stato un omicidio quello del giovane ivoriano trovato morto ieri pomeriggio in contrada Bosco a Rosarno. È quanto hanno appurato i carabinieri all’esito delle indagini effettuate sul cadavere di Ousmane Keita. I militari hanno trovato il corpo del 24enne e, dalle testimonianze delle persone presenti, hanno ricostruito come la vittima si sia conficcata nella gola una cesoia utilizzata per potare gli alberi. L’incidente sarebbe avvenuto per una caduta accidentale di Ousmane. Tuttavia, al fine di verificare in maniera incontrovertibile come siano andati i fatti, il sostituto procuratore di Palmi, Daniele Scarpino, unitamente al procuratore della Repubblica, Ottavio Sferlazza, hanno disposto l’esame autoptico, avviando anche una serie di escussioni testimoniali per capire meglio la dinamica di quanto accaduto.

Articoli correlati

top