mercoledì,Novembre 25 2020

Bocconi al veleno per cani randagi, allarme degli animalisti in periferia

L'ultimo caso nel quartiere Archi. Sul posto i veterinari dell'Asp e gli agenti della Polizia di Stato. Al vaglio le immagini di videosorveglianza

Bocconi al veleno per cani randagi, allarme degli animalisti in periferia

Il tentato avvelenamento di alcuni cani e gatti in località Scarcioti di Archi ha riproposto il problema del randagismo nelle periferie cittadine. A segnalare il caso agli organi competenti alcuni volontari che quotidianamente si prendono cura degli animali che vivono in strada. Sul posto sono intervenuti i veterinari dell’Asp e gli agenti della Polizia di Stato, sollecitati dagli animalisti accortisi del deposito di cibo mischiato a veleno nel punto del quartiere in cui in genere cani e gatti si radunano.

Dalle prime analisi si tratterebbe di lumachicida, sostanza chimica gravemente dannosa per la vita degli animali. Al vaglio degli investigatori le immagini acquisite dai circuiti di videosorveglianza, per cercare di risalire all’identità dei responsabili.