mercoledì,Novembre 25 2020

Il Mef ha stanziato ulteriori 24 milioni di euro contro l’usura

Aiuti a famiglie e imprese reggine contro i “cravattari”. La citta dei bronzi è altresi compresa tra “le 20 province più esposte alla criminalità contigua all’usura”

Il Mef ha stanziato ulteriori 24 milioni di euro contro l’usura

Di Francesco Bolognese – I “cravattari” sono nati con l’uomo e resistono nel tempo, soprattutto nei periodi di crisi come quello attuale. Ci sono i “cani sciolti”sempre in agguato,tra costoro figurano  i c.d. insospettabili(spesso sono quelli della porta accanto) e poi ci sono quelli “organizzati” dalle varie consorterie mafiose, in quanto l’usura, seppur “voce” minore all’interno dei bilanci mafiosi,rappresenta comunque uno strumento per controllare il territorio.

Questo triste fenomeno, come ha sottolineato Papa Francesco, “è una drammatica piaga sociale, che ferisce la dignità inviolabile della persona umana”.
L’istantanea curata  dal prof Fiasco e divulgata dalla Consulta nazionale antiusura “Giovanni Paolo II” evidenzia  particolari criticità soprattutto nel Mezzogiorno. 
Tra le più “esposte” al rischio usura ci sono  Crotone,  Reggio Calabria,  Cosenza, Trapani, Catanzaro e Napoli, mentre le meno esposte sono Bolzano, Milano, Cuneo, Belluno e Trento.
La citta dei bronzi è altresi compresa  tra “le  20 province più esposte alla criminalità contigua all’usura”. 

Occorre spezzare questo legame che getta nello sconforto intere famiglie.
In questi giorni registriamo da parte del  Ministero dell’Economia e delle Finanze lo stanziamento  di  ulteriori 24,2 milioni di euro in garanzie statali per facilitare l’accesso al credito di imprese e famiglie a “rischio usura”. “L’importo, informa una nota del dicastero,verrà erogato entro la fine dell’anno attraverso il Fondo per la prevenzione del fenomeno dell’usura (istituito dalla legge 108 del 1996 presso il MEF) a 122 “Enti gestori”: 89 Confidi (consorzi di PMI), che riceveranno circa 17 milioni di euro e 33 Associazioni e Fondazioni impegnate nella lotta all’usura, che riceveranno circa 7 milioni.

Nel complesso, oltre ai 122 Enti per i quali è stata quest’anno deliberata la nuova erogazione, sono circa 200 i soggetti attivi, e con fondi ancora a disposizione, ai quali imprese e famiglie in difficoltà economica e a rischio di diventare vittime di attività criminali possono rivolgersi per richiedere le garanzie dello Stato.”
Nell’elenco diramato dal Mef sono comprese associazioni e confidi locali pronte ad aiutare famiglie e imprese reggine.