lunedì,Novembre 30 2020

Poliziotto si tuffa in mare per salvare il collega in pensione

Non vi era altro modo per salvarlo se non quello di gettarsi in acqua, non essendovi funi od altri strumenti da porgere per consentirgli di risalire sul molo

Poliziotto si tuffa in mare per salvare il collega in pensione

Ieri sera, nel buio del porticciolo turistico del lungomare Cenide di Villa san Giovanni, un uomo a bordo della sua auto è caduto in acqua. La Volante del Commissariato di P.S. di Villa san Giovanni, non appena informata dell’accaduto, è immediatamente intervenuta sul posto e i poliziotti in pochi secondi hanno preso atto della situazione: il malcapitato, un poliziotto in pensione N.L. S., era uscito dall’autovettura, si teneva a stento a galla, ma non riusciva ad avvicinare il molo perché appesantito dai vestiti bagnati e stremato dal freddo.

Non vi era altro modo per salvarlo se non quello di gettarsi in acqua, non essendovi funi od altri strumenti da porgere per consentirgli di risalire sul molo. Così uno dei due Agenti della Polizia di Stato, senza esitazione, si è tuffato e, nonostante lo stato di agitazione dell’uomo e la difficoltà di attuare le manovre di salvataggio, è riuscito a condurlo presso il molo, consentendo al collega della Volante ed al personale dell’Arma dei Carabinieri presente sul posto di metterlo in salvo.

Va, comunque, ricordato, che l’area dove è accaduto l’incidente è interdetta ai veicoli non autorizzati e alla pesca.