mercoledì,Dicembre 2 2020

L’appello di Maria Antonietta: basta violenza, denunciate subito

L'accorato invito a tutte quelle donne che subiscono violenza dai propri mariti o compagni: «Vi dico io cosa succede se denunciate. Basta ai ladri di vite»

L’appello di Maria Antonietta: basta violenza, denunciate subito

«Non fate trascorrere più tempo: denunciate subito perché più tempo passa e più sarà difficile per voi dire basta a coloro che vi hanno strappato via la voglia di vivere». È questo l’appello accorato che Maria Antonietta Rositani rivolge a tutte le donne del web dal suo profilo facebook. Maria Antonietta, dopo dieci mesi di degenza all’ospedale di Bari, ha finalmente lasciato la terapia intensiva e, pur fra «sofferenza e dolori ancora presenti ma tanta voglia di giustizia», sente il bisogno di rivolgersi a tutte quelle persone che vivono «col tormento della paura e di non sapere, se lo denuncio, cosa succede». «Ve lo dico io cosa succede – incalza Maria Antonietta – vi racconto cosa è accaduto a me: quella mattina del 20 dicembre 2017 uscii di casa, dopo una notte di insulti e di botte, dopo che anche mia figlia fu aggredita dal padre, ed andai a denunciare mio marito dai carabinieri, la paura era molta pensavo “quando torno a casa se lo scopre mi ammazza”, ma subito dopo mi dicevo tanto “se non lo denuncio mi ammazza lo stesso e i miei figli cosa faranno? Io devo fare qualcosa per loro devo reagire alla violenza”. E così feci la mia prima denuncia e tornai a casa. Arrivò il 5 gennaio 2018, lui nel frattempo non smise mai di maltrattarmi finché, quella mattina, presa dalla paura che fossimo giunti alla fine, mia figlia chiese aiuto a mio fratello il quale mandò subito la polizia a casa mia. Mio marito fu subito portato in questura, io in ospedale. Nel pomeriggio io lo denunciai e da quel giorno ho finalmente assaporato la libertà di vivere all’interno della mia casa che era diventata per me la mia prigione». Da qui l’invito incessante: «Quindi, donne, denunciare vuol dire libertà, vuol dire credere nella giustizia, per avere giustizia. Fatelo, chiedete aiuto. Noi donne siamo forti ed è proprio per questo che ci dobbiamo unire in questa battaglia contro la violenza per diventare ancora più forti. Io ci sono e ci sarò. Insieme ce la faremo – conclude Maria Antonietta – stop alla violenza, stop a questi ladri di vite. Vi voglio bene. Con voi per sempre, Maria Antonietta».