Coronavirus, sindacati benzinai: da domani chiusura impianti rifornimento

Lo annunciano in una nota congiunta i sindacati dei benzinai evidenziando la mancanza di sicurezza: «Noi non siamo certo eroi, né angeli custodi. Ma nessuno può pensare di continuare a trattarci da schiavi, né da martiri»
Lo annunciano in una nota congiunta i sindacati dei benzinai evidenziando la mancanza di sicurezza: «Noi non siamo certo eroi, né angeli custodi. Ma nessuno può pensare di continuare a trattarci da schiavi, né da martiri»

«Noi, da soli, non siamo più nelle condizioni di assicurare né il necessario livello di sicurezza sanitaria, né la sostenibilità economica del servizio. Di conseguenza gli impianti di rifornimento carburanti semplicemente cominceranno a chiudere: da mercoledì notte quelli della rete autostradale, compresi raccordi e tangenziali; e, via via,tutti gli altri anche lungo la viabilità ordinaria».

Lo annunciano in una nota congiunta i sindacati dei benzinai Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio. «Noi non siamo certo eroi, né angeli custodi. Ma nessuno può pensare di continuare a trattarci da schiavi, né da martiri», sottolineano i sindacati.