Domenica Catalfamo: «Non sono indagata per ‘ndrangheta»

L'assessore ai trasporti ribadisce: «Sono certa di poter offrire nel corso del giudizio tutti gli elementi necessari a dimostrare la mia assoluta estraneità nonché la legittimità della mia condotta»
L'assessore ai trasporti ribadisce: «Sono certa di poter offrire nel corso del giudizio tutti gli elementi necessari a dimostrare la mia assoluta estraneità nonché la legittimità della mia condotta»

«Intendo nuovamente ribadire che rispetto alle contestazioni che mi vengono mosse nell’avviso di conclusioni indagini e che non afferiscono ai reati paventati nella Sua testata, continuo ad essere certa di poter offrire nel corso del giudizio tutti gli elementi necessari a dimostrare la mia assoluta estraneità nonché la legittimità della mia condotta.
Ritenendo doveroso fornire questa precisazione per rendere edotta anche l’opinione pubblica del fatto che non sussiste alcuna iniziativa penale per i delitti riportati nel Suo articolo, Le chiedo di voler pubblicare la presente nota di precisazione al fine di non aggravare ulteriormente il danno alla mia immagine e onorabilità». Lo scrive in una nota l’assessore regionale ai Trasporti, Domenica Catalfamo.