Tifoso della Reggina aggredito a Soverato da un gruppo di supporter catanzaresi

La ragione alla base dell'aggressione sta nella maglia celebrativa amaranto indossata dal giovane. La solidarietà di Luca Gallo
La ragione alla base dell'aggressione sta nella maglia celebrativa amaranto indossata dal giovane. La solidarietà di Luca Gallo

Un giovane tifoso amaranto, Filippo Forti, è stato aggredito nella giornata di ieri a Soverato da un gruppo di supporter del Catanzaro. Il motivo dell’aggressione è da cercare nella maglia celebrativa che il giovane indossava e che riguardava la promozione in serie B della Reggina. La vittima, che da anni lavora a Soverato all’interno di uno stabilimento balnerare, all’intimazione, da parte dei supporter giallorossi, di togliere la maglia, ha risposto con un netto rifiuto. Da qui l’aggressione ai danni del giovane reggino che, per fortuna, non ha riportato gravi conseguenze.

Si tratta, ad ogni modo, di un gravissimo episodio che non dovrebbe mai accadere, neppure di fronte alla più accesa rivalità fra tifoserie. Ed invece, ancora una volta, ci si trova costretti ad assistere ad un episodio deprecabile. Per fortuna, si tratta di una minima parte di gente che non può neppure essere definita come tifoseria.

La città di Soverato, fra l’altro, è riconosciuta per la sua accoglienza. Dunque, non può che essersi trattato di uno spiacevole episodio isolato che, però, non va assolutamente sottovalutato.

A seguito dell’aggressione, la società amaranto ha espresso la propria solidarietà a Filippo, riponendo massima fiducia nelle autorità per addivenire a piena chiarezza su quanto accaduto.