lunedì,Ottobre 26 2020

Morte Jole Santelli, l’odio insensato di Paola Castellaro fa indignare il web

L'insegnante e attivista M5S simbolo di un odio che non ha rispetto neppure per la morte. E senza che vi sia alcun motivo a giustificarlo. Ma la rete la costringe a sparire

Morte Jole Santelli, l’odio insensato di Paola Castellaro fa indignare il web

Mentre la Calabria piangeva la presidente Jole Santelli, morta improvvisamente sebbene fosse malata da tempo, ecco che la furia dei social portava agli “onori” una incredibile odiatrice.  “E vai! Una mafiosa in meno. Speriamo chiami Silvio, Giorgio, Sergio” scriveva su Facebook, Paola Castellaro, di professione insegnante, attivista del M5S di Genova, già candidata per i pentastellati a consigliere comunale a Genova nel 2017, e non eletta. Post immediatamente oscurato.

Parole di odio che di fronte ad una tragedia come la scomparsa di una donna oltretutto per un male tremendo, feriscono ancora di più la coscienza civile. Un odio insensato che non conosce dietro alla tastiera limite alcuno.

Ma il mondo virtuale, come il karma, non perdona, e restituisce tutto quello che mandi online. E così la Castellaro è stata sommersa di critiche, tanto che non è bastato alla donna semplicemente cancellare il post, ma ha dovuto eliminare il suo profilo Facebook. Ma le tracce restano ugualmente, così come le conseguenze.