martedì,Dicembre 1 2020

Scoperto professionista che utilizzava permesso disabile contraffatto della madre defunta

La Polizia locale di Reggio Calabria ha denunciato anche 3 persone per occupazione abusiva di immobile pubblico

Scoperto professionista che utilizzava permesso disabile contraffatto della madre defunta

Continua incessante l’attività della polizia locale volta al rintraccio di tesserini disabili contraffatti. E proprio nel giorno dedicato alla memoria dei defunti, è stato scoperto un professionista che circolava con un tesserino disabili non originale peraltro intestato alla madre morta. Inevitabile la denuncia per contraffazione di autorizzazione amministrativa e uso di atto falso.

Il permesso taroccato è stato sequestrato (il sequestro è già stato convalidato dall’autorità giudiziaria) mentre il tesserino originale ritirato amministrativamente in quanto ormai non utilizzabile. È l’ennesima attività in materia del Comando contro un malcostume che rappresenta un grave vulnus al diritto alla mobilità dei soggetti più svantaggiati che si vedono soffiare i pochi parcheggi in città a loro riservati da non aventi titolo. Sempre nell’ambito dei servizi d’istituto la Polizia Locale negli ultimi due giorni ha deferito tre soggetti e sequestrato altrettanti immobili di edilizia residenziale pubblica occupati abusivamente.