mercoledì,Novembre 25 2020

Mascherine illegali, revocati ai domiciliari all’imprenditore reggino De Martin

La decisione del Tribunale del Riesame che accoglie la tesi difensiva degli avvocati Belvedere e Giuffré

Mascherine illegali, revocati ai domiciliari all’imprenditore reggino De Martin

Sono stati revocati gli arresti domiciliari all’imprenditore reggino Renato De Martin coinvolto nella vicenda delle mascherine illegali fornite alla Regione Sardegna, mascherine “non regolari” sulla base di un appalto da circa 18 milioni di euro.

Colgono nel segno, dunque, la tesi difensive degli avvocati Belvedere e Giuffrè che lo stanno rappresentando. L’imprenditore calabrese di 60 anni era stato arrestato dalle Fiamme gialle di Cagliari. Secondo l’accusa i dispositivi individuali di protezione non erano conformi alla normativa mentre altri non avevano la giusta documentazione. Secondo quanto accertato dai militari del Nucleo di polizia economico-finanziaria delle Fiamme gialle di Cagliari la fornitura di mascherine non era provvista di tutte le certificazioni tecniche di accompagnamento e, in alcuni casi, le certificazioni dei dispositivi, realizzati in Cina, non avevano validità legale.

Nel prendere la decisione il Tribunale del Riesame di Cagliari e revocare misura cautelare per l’imprenditore reggino ha accolto la tesi difensiva ben formulata dagli avvocati Belvedere e Francesco Giuffré del foro di Reggio Calabria.