sabato,Novembre 28 2020

Lazzaro, Crea: «Dopo un anno il palo Telecom non è stato messo in sicurezza»

Il refente di Ancadic: «Alcuni mesi fa è stata apposta dal Comune una transenna metallica sul margine della strada che abbandonata a se stessa è crollata»

Lazzaro, Crea: «Dopo un anno il palo Telecom non è stato messo in sicurezza»

«A seguito dell’ennesimo sollecito dello scorso 15 ottobre dell’ANCADIC concernente la messa in sicurezza di un palo di sostegno della linea aerea telefonica della Telecom situato a margine della via Augusto Ottaviano di Lazzaro, rimasto pericolante durante le mareggiate del mese di novembre 2019, ieri 14 novembre 2020 è intervenuto sul posto personale tecnico della Società Telecom, il quale alla mia presenza preso atto dello stato dell’arte ha riferito che la competenza è del Comune di Motta SG, il quale dovrebbe eseguire una struttura di cemento sulla quale spostare il palo pericolante». Lo scrive in una nota Vincenzo Crea, Referente unico dell’ANCADIC e Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”.


«Alcuni mesi addietro è stata apposta dal Comune una transenna metallica sul margine della strada che abbandonata a se stessa ha avuto breve durata in quanto crollata tra i massi e non più riposizionata e visto la consapevolezza della grave situazione di pericolo colpisce che in tutti questi mesi nulla sia stato fatto permettendo che il pericolo si perpetuasse sulla pubblica incolumità.

Questa associazione ha subito interessato il Responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune di Motta SG e la Polizia municipale alla Sede trasmettendo le note anche alla Prefettura di Reggio Calabria per conoscenza, rappresentando che l’intervento riveste carattere di somma urgenza, in merito al quale si rimane in attesa di riscontri».