lunedì,Giugno 27 2022

Inchiesta Lande desolate, assolto l’ex presidente della Regione Mario Oliverio

L'ex governatore giudicato con rito abbreviato era accusato di corruzione e abuso d'ufficio. Cadono i capi d'imputazione anche per Nicola Adamo ed Enza Bruno Bossio per i quali è stata emessa sentenza di non luogo a procedere

Inchiesta Lande desolate, assolto l’ex presidente della Regione Mario Oliverio

È stato assolto dall’accusa di corruzione e abuso d’ufficio l’ex presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, indagato dalla Procura di Catanzaro nell’ambito dell’inchiesta Lande Desolate.

L’ex governatore, assistito dal suo legale di fiducia Enzo Belvedere, è stato giudicato con rito abbreviato ed è stato assolto dal Gup del Tribunale di Catanzaro Giulio De Gregorio. Cadono così i capi d’imputazione ascrivibili anche all’ex consigliere regionale, Nicola Adamo, e alla deputata Enza Bruno Bossio, coindagati assieme all’ex governatore in ordine all’appalto e ai lavori di piazza Bilotti a Cosenza. Per entrambi è stata emessa sentenza di non luogo a procedere. Anche Arturo Veltri è stato assolto perchè il fatto non sussiste.

Per Mario Oliverio la Procura aveva chiesto una condanna a 4 anni e 8 mesi di reclusione

Rinviati a giudizio gli altri indagati. Si tratta di Giorgio Ottavio Barbieri, Carlo Cittadini, Vincenzo De Caro, Ettore Della Fazia, Gianbattista Falvo, Gianluca Guarnaccia, Carmine Guido, Rosaria Guzzo, Pasquale Latella, Damiano Francesco Mele, Marco Trozzo, Francesco Tucci, Luigi Giuseppe Zinno.

Articoli correlati

top