domenica,Settembre 26 2021

Villa San Giovanni, 31 anni fa l’omicidio di Giovanni Trecroci

Il vicesindaco assassinato mentre rientrava a casa dopo un consiglio comunale. Il delitto rimasto ancora senza un colpevole

Villa San Giovanni, 31 anni fa l’omicidio di Giovanni Trecroci

Sono trascorsi esattamente 31 dall’omicidio di Giovanni Trecroci, vicesindaco e assessore comunale di Villa San Giovanni, ucciso nella notte tra il 7 e l’8 febbraio 1990 mentre faceva rientro alla sua casa di Cannitello, dopo una riunione del Consiglio comunale. Sul suo assassinio, uno dei più eclatanti tra i molti di quegli anni sanguinosi, la magistratura inquirente non è riuscita ancora a far luce.

Le cronache dell’epoca lo descrivono come uomo onesto, docente preparato e benvoluto, cittadino impegnato nei partiti e nell’amministrazione. La sera dell’omicidio aveva appena finito di discutere in consiglio comunale di una serie di pratiche urbanistiche. E gli investigatori inquadrarono il movente del delitto nell’attività amministrativa della vittima. E’ probabile che Trecroci non abbia voluto subire o accettare condizionamenti esterni sull’organizzazione degli appalti in tale ambito. Lasciò in vita un bambino e la moglie in attesa del seconda figlia nata pochi mesi dopo un omicidio rimasto ancora senza un colpevole.

Articoli correlati

top