venerdì,Aprile 16 2021

Vaccino AstraZeneca, Sileri: «Potremmo evitare l’uso per giovani e donne»

Il sottosegretario alla Salute: «Giusto ragionare ed investigare. L''Ema rivaluterà la situazione senza sospendere la somministrazione»

Vaccino AstraZeneca, Sileri: «Potremmo evitare l’uso per giovani e donne»

Potrebbe esserci una ricalibratura del vaccino AstraZeneca, soprattutto per donne e bambini. È quanto ha affermato il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, nel corso di una intervista rilasciata a “Domenica in”.

Sileri ha commentato come sia «giusto ragionare, investigare e dare risposte. La risposta sarà che per motivi precauzionali evitiamo l’uso per una categoria, magari giovani, magari donne».

Sileri ha risposto alle domande riguardanti i casi di trombosi verificatisi in diverse persone vaccinate con il siero AstraZeneca e che, di fatto, hanno condotto a delle limitazioni in alcune parti d’Europa. Per il sottosegretario non è possibile «essere sicuri che la causa sia il vaccino, ma non possiamo neanche escludere». Quindi ha ribadito: «Serve una maggiore vigilanza e, per questo, Ema rivaluterà senza fermare la somministrazione di vaccini: valuterà se c’è un comune denominatore e, nel caso, ricalibrerà la somministrazione per determinate categorie». Esse dovrebbero, in caso, riguardare donne e giovani.

Come si ricorderà, già qualche settimana addietro in Italia si era arrivati alla sospensione del vaccino AstraZeneca, dopo il ritiro di un singolo lotto. Si era anche atteso che l’Ema si pronunciasse in merito alla possibilità di proseguire in sicurezza la campagna vaccinale. Cosa poi avvenuta pochi giorni dopo. Ora questa nuova dichiarazione di prudenza del sottosegretario, soprattutto per alcune categorie in particolare.

top