martedì,Luglio 27 2021

Reggio, i nomi degli agenti di polizia locale arrestati e sospesi nell’inchiesta della Guardia di Finanza

I due agenti ai domiciliari sarebbero al vertice di un'associazione per delinquere di cui farebbero parte anche i titolari delle imprese operanti nel settore del soccorso stradale

Reggio, i nomi degli agenti di polizia locale arrestati e sospesi nell’inchiesta della Guardia di Finanza

Ci sarebbe una vera e propria associazione criminale dietro il comportamento degli agenti della polizia locale di Reggio Calabria, così come emerso dall’inchiesta della Procura reggina.

Al vertice ci sarebbero gli agenti Mauro Anselmi e Giuseppe Costantino, accusati di aver rubato della merce ad un cittadino extracomunitario munito di regolare licenza di vendita.

Per quanto concerne, invece, gli agenti sospesi dal servizio per la durata di dodici mesi, si tratta di: Domenica Fulco detta “Mimma”, Vincenzo Cassalia, Concetta Sorbilli, Maria Cinanni, Umberto Fabio Falcone, Giacomo Mauro e Paolo Cilione.

Per loro le accuse sono, a vario titolo, di concussione, induzione indebita a dare o promettere utilità, falso ideologico.

L’associazione per delinquere

Stando a quanto ricostruito dagli investigatori, i due agenti della polizia locale sarebbero al vertice dell’associazione, di cui farebbero parte anche Bruno Stelitano, Antonio Domenico Iannò e Domenico Francesco Suraci, cui sono riconducibili le due imprese operanti nel settore del soccorso e della rimozione di veicoli, fra cui una depositeria giudiziaria autorizzata, ossia la “3 Esse Car”. Nei confronti dell’azienda, il gip ha disposto il sequestro preventivo.

Il modus operandi è stato delineato quale «semplice e collaudato».

top