venerdì,Ottobre 22 2021

Carcere di Arghillà, droga e un telefono cellulare scovati in una cella

L’operazione della polizia penitenziaria ha permesso di rinvenire un piccolo quantitativo di sostanza stupefacente nascosta da un detenuto all’interno di un coperchio per padella

Carcere di Arghillà, droga e un telefono cellulare scovati in una cella

Droga e un telefono cellulare sono stati trovati, nel corso di una perquisizione, all’interno di una cella del carcere di Arghillà.

A darne notizia il coordinatore Regionale Fabio Viglianti, col Vice Segretario Regionale Luigi Barbera: «Il personale di Polizia penitenziaria in servizio presso la Casa Circondariale di Reggio Calabria Arghillà, lo scorso 8 ottobre, ha effettuato una solida attività di controllo e prevenzione, finalizzata al rinvenimento di sostanza stupefacente all’interno dell’istituto penitenziario.

L’operazione ha permesso di rinvenire un piccolo quantitativo di sostanza stupefacente ben occultata da un detenuto all’interno di un coperchio per padella. Nel prosieguo dell’operazione, inoltre, il personale di Polizia penitenziaria dava ulteriore prova di astuzia e competenza, intuendo che il detenuto potesse detenere altra sostanza stupefacente, procedeva ad un ulteriore controllo capillare della stanza, rinvenendo anche un telefono cellulare completo di carica batteria.

Al personale in servizio presso la Casa circondariale di Reggio Calabria Arghillà il ringraziamento e le congratulazioni di questa Segreteria Regionale per il brillante risultato ottenuto. Questa Organizzazione sindacale si augura che la Direzione abbia attivato tutte le procedure per il riconoscimento di una lode in favore del personale di Polizia intervenuto all’operazione».

top