martedì,Gennaio 25 2022

Platì, grave intimidazione al Comune: bruciato il portone d’ingresso

Ad accorgersi stamane alcuni dipendenti i quali hanno subito avvertito il sindaco Rosario Sergi, che ha denunciato il fatto alle forze dell’ordine

Platì, grave intimidazione al Comune: bruciato il portone d’ingresso

Ignoti nella notte hanno incendiato il portone d’ingresso del palazzo comunale di Platì. Ad accorgersi stamane alcuni dipendenti i quali hanno subito avvertito il sindaco Rosario Sergi, che ha denunciato il fatto alle forze dell’ordine. Il comune della Locride da lunedì è entrato in zona rossa, a causa dei molti contagi da Covid 19 registrati negli ultimi giorni, ed è uno dei centri calabresi con la più bassa percentuale di vaccinati.

«Sono disposto a perdonare i colpevoli a patto che vengano scagionati gli innocenti, ovvero la stragrande maggioranza di questa meravigliosa comunità – ha espresso il presidente del Consiglio Comunale Paolo Ferrara – Il coraggio non è di chi si nasconde nell’oscurità, ma di chi quotidianamente ci mette la faccia, alla luce del sole».

«Piena solidarietà e vicinanza alla comunità di Platì, al sindaco Rosario Sergi, al Presidente del Consiglio Paolo Ferrara e a tutti i componenti del Consiglio comunale per il vile atto intimidatorio subito con l’incendio del portone della casa municipale». E’ quanto afferma in una nota il sindaco ff della Città Metropolitana di Reggio Calabria Carmelo Versace. Ignoti nella notte hanno dato alle fiamme l’ingresso principale del Municipio del piccolo comune dell’Aspromonte Jonico.

«L’incendio al portone del Municipio è un atto gravissimo che non può passare sotto silenzio. Come Città Metropolitana, insieme a tutto il consiglio ci schieriamo con forza dalla parte dei rappresentanti istituzionali del Comune di Platì e a tutti i cittadini perbene di quella comunità, purtroppo spesso vessati dalle angherie criminali della ‘ndrangheta».

top