martedì,Agosto 9 2022

Fuoco alla sede Lega: indagato 37enne, ripreso vestito da donna

L'uomo è stato tradito da un tatuaggio tatuaggio. Si tratterebbe di una persona vicina all'ambiente anarchico insurrezionalista

Fuoco alla sede Lega: indagato 37enne, ripreso vestito da donna

C’è un indagato per il danneggiamento alla sede della Lega -Salvini premier di Firenze dove la sera del 30 giugno scorso, mentre era in corso una riunione, è stato dato fuoco al citofono. Stamattina gli investigatori della Digos hanno perquisito l’abitazione di un cittadino italiano, classe 1985, indicato come persona vicina all’area anarchico insurrezionalista, già segnalato: risulta aver avuto anche una condanna a 5 anni e 5 mesi per occupazione abusiva di edifici, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Sospettato di aver appiccato fuoco al citofono è stato indagato per danneggiamento e associazione a delinquere per finalita di terrorismo. È stato possibile risalire al presunto autore grazie alle immagini catturate dalle telecamere di sorveglianza pubbliche e private e alle informazioni fornite da alcuni testimoni. I video registrati vicino alla sede della Lega hanno restituito l’immagine di una persona con abito femminile stretto in vita da una cintura e un tatuaggio al collo. Poi gli investigatori hanno scoperto che sotto quelle vesti femminili c’era un uomo. Nel corso della perquisizione, sono stati scoperti e sequestrati gli abiti e le scarpe utilizzate durante la commissione del reato e il cellulare usato per fotografare il danneggiamento del citofono.

top