lunedì,Febbraio 26 2024

Polistena, Tripodi su fermo dei carabinieri: «Ci costituiremo parte civile»

Il primo cittadino plaude all'odierna operazione dell'Arma e all'identificazione dei responsabili del furto dei mezzi per la raccolta dei rifiuti

Polistena, Tripodi su fermo dei carabinieri: «Ci costituiremo parte civile»

L’amministrazione Comunale esprime soddisfazione per l’operazione di giustizia che ha condotto
allidentificazione ed al fermo dei responsabili del furto dei mezzi per la raccolta dei rifiuti sottratti
al comune di Polistena nell’agosto scorso.


«Esprimiamo profonda gratitudine verso la procura delle Repubblica di Palmi e in particolare verso
l’Arma dei Carabinieri che attraverso tutte le sue componenti sul territorio, gruppo di Gioia Tauro,
compagnia di Taurianova e locale stazione di Polistena hanno dal primo momento preso a cuore il
caso e condotto indagini in modo serio e circostanziato tanto da consentire il rinvenimento in tempi
brevi di uno dei mezzi rubati e restituirlo in uso al Comune e dunque alla comunità di Polistena». È quanto ha dichiarato il sindaco di Polistena, Michele Tripodi.


«Oggi, con la chiusura delle indagini e l’individuazione dei presunti autori materiali si ristabilisce
verità e giustizia su un caso che ha suscitato al tempo la condanna unanime da parte di tutti i cittadini
di Polistena danneggiati provvisoriamente in un servizio fondamentale per la popolazione come la
nettezza urbana», ha concluso il sindaco di Polistena, Michele Tripodi.


La notizia di oggi è il segno della presenza dello Stato in tutte le sue articolazioni che, quando operano
in un’unica direzione di legalità, diventano un argine nei confronti della criminalità comune e
organizzata e fonte di fiducia e speranza per tutti i cittadini onesti.


A tal proposito annunciamo sin d’ora di conferire mandato al nostro ufficio legale per la costituzione
di parte civile nell’ instaurando procedimento penale al fine di sostenere anche giudizialmente
l’azione condotta sul territorio dalla Magistratura e dalle forze dell’ordine nonché a tutela dei danni
subiti dalla nostra comunità.

Articoli correlati

top