martedì,Aprile 16 2024

Reggio, caos Dermatologia al Gom: Giovanna Malara contesta il licenziamento

I legali spiegano le ragioni della formale impugnazione

Reggio, caos Dermatologia al Gom: Giovanna Malara contesta il licenziamento

Nel doveroso rispetto dell’attività dei profili istituzionali chiamati a fare piena luce su una vicenda che ha suscitato scalpore, i sottoscritti, Aurora Notarianni e Oreste G.M. Romeo, difensori della dottoressa Giovanna Malara comunicano:
«I. A seguito di indagine difensiva, è venuta meno l’incerta e precaria “base” del licenziamento senza preavviso, essendo stata acquisita prova certa ed incontrovertibile della perfetta identità tra le certificazioni rilasciate dall’ospedale messinese “Papardo” e quelle depositate dalla dottoressa Giovanna Malara al Gom di Reggio Calabria per corredare la domanda di partecipazione alla selezione al cui esito le è stato conferito l’incarico quinquennale di Primaria di Dermatologia.
II. Peraltro, a mente del cosiddetto “bando” pubblicato dal Gom di Reggio Calabria il 13 gennaio 2017, i certificati in questione non erano neppure richiesti tra i requisiti generali o specifici di ammissione alla procedura selettiva.
III. Stante il deposito nella procedura selettiva indetta dal Gom degli stessi, veritieri dati forniti e trasmessi alla dottoressa Malara dall’Ao messinese Papardo, è stata proposta formale impugnazione dell’illegittimo provvedimento disciplinare di massimo rigore, del tutto arbitrario nel merito ed atipico sotto il profilo procedimentale seguito dal collegio di Disciplina».

Così i legali Aurora Notarianni e Oreste G.M. Romeo in una nota.

Articoli correlati

top