venerdì,Aprile 19 2024

Incendio nella proprietà di Occhiuto, la solidarietà del mondo politico istituzionale

Cannizzaro: «Roberto e la Regione continuino sulla strada della tolleranza zero»

Incendio nella proprietà di Occhiuto, la solidarietà del mondo politico istituzionale

«La mia casa, così come quella di tanti altri calabresi, è stata danneggiata dalla stupidità di chi sta appiccando incendi anche di notte per eludere i controlli e per rendere più difficili gli spegnimenti». È quanto afferma il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, in un video pubblicato sui suoi canali social. Il video è stato girato a Belvedere Marittimo, dove il governatore ha una proprietà.

Il gruppo del Pd in Consiglio regionale

«Esprimo la mia solidarietà e quella del gruppo del Pd in Consiglio regionale al presidente della giunta regionale Roberto Occhiuto, dopo l’incendio che ha danneggiato la sua abitazione di Belvedere».
Ad affermarlo è il gruppo del Pd a palazzo Campanella tramite una nota stampa che così prosegue: «fiduciosi che la magistratura chiarirà origini e responsabili del rogo, esprimiamo vicinanza al governatore e ferma condanna per atti che non possono essere più tollerati in una Regione che davvero voglia essere moderna e civile».

Molinaro

«Che sia fatalità o una precisa strategia criminale, saranno gli inquirenti a fare luce. Certo è – dichiara Pietro Molinaro Presidente della Commissione antindrangheta – l’incendio che ha colpito la casa del Presidente Occhiuto è un segnale inquietante. Al presidente va tutta la mia vicinanza anche perché, questo potrà avere conseguenze sulla sua vita privata. La lotta contro chi appicca i roghi proseguirà e il presidente lo ha detto con estrema chiarezza senza fare passi indietro. Combattiamo insieme questo analfabetismo ambientale e/o delinquenziale perché, quanto accaduto al massimo rappresentante delle Istituzioni Regionali, aumenterà il coinvolgimento di tutti, per passare dall’azione di pochi all’impegno di molti a difesa dei beni comuni. Spento il focolaio – conclude Molinaro – non si spegnerà l’attenzione sulla vicenda e la Calabria ne uscirà più forte e determinata».

Cannizzaro

«La campagna contro i piromani che la Regione Calabria sta portando avanti sin dal primo giorno di insediamento della Giunta Occhiuto sta funzionando talmente bene da suscitare diversi fastidi. Il Presidente, il mio amico Roberto, oggi più che mai ha l’obbligo di andare avanti sulla strada della tolleranza zero. La sua determinazione e il modus operandi che ha strategicamente applicato, portando risultati tangibili e senza precedenti su tutto il territorio regionale (basti confrontare gli anni 2022 e 2023 con il passato), sono stati presi a modello persino in Europa. Un motivo in più per non desistere. Non sarà, dunque, un episodio simile a far indietreggiare il Governatore della Calabria, che sa di poter contare su tutto il sostegno degli amici, degli alleati, della sua Maggioranza e del Partito, tanto a livello regionale che nazionale. Siamo tutti determinati più che mai contro gli incendi e contro il malaffare, che ogni anno causano ingenti danni alla natura, alle proprietà, alle persone, arrivando persino ad uccidere. Mi unisco, pertanto, al continuo appello del Presidente Occhiuto che, rivolgendosi ai cittadini calabresi, chiede di vigilare e denunciare quei piromani vigliacchi, convinti di speculare sulla pelle degli altri. La musica è cambiata. E questo episodio non può che leggersi come sintomo di buon lavoro da parte della Regione
Calabria.»

Articoli correlati

top