martedì,Aprile 16 2024

Oppido Mamertina e Sant’Eufemia d’Aspromonte, apparecchi videoludici illegali: i carabinieri chiedono la chiusura di 3 locali

Gli apparecchi sequestrati consentivano ai giocatori, molte volte minorenni, di collegarsi ad internet e di intraprendere rischiose scommesse su piattaforme specifiche di gioco on-line, baipassando i canali dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Oppido Mamertina e Sant’Eufemia d’Aspromonte, apparecchi videoludici illegali: i carabinieri chiedono la chiusura di 3 locali

Sono complessivamente 20 i personal computer ed i “totem” sequestrati presso bar e circoli situati tra i comuni di Oppido Mamertina e Sant’Eufemia d’Aspromonte. Oltre 260 mila euro di sanzioni amministrative irrogate e proposte di chiusura per 3 locali pubblici.

Questo è il bilancio imponente di una serie di controlli condotti nelle ultime settimane dai Carabinieri della Compagnia di Palmi, finalizzati al contrasto del gioco illegale. 

I controlli dei militari dell’Arma e degli operatori dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno riscontrato che gli apparecchi sequestrati consentivano ai giocatori, molte volte minorenni, di collegarsi ad internet e di intraprendere rischiose scommesse su piattaforme specifiche di gioco on-line, baipassando i canali dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Ad Oppido Mamertina in particolare, nel corso di un solo controllo presso un bar, sono stati rinvenuti, nascosti in una sala coperta da tende, ben 6 apparecchi “totem”, così chiamati per la loro forma slanciata, che consentono di giocare eludendo le concessioni dello Stato Italiano. 

Con tali controlli l’Arma dei Carabinieri conferma, ancora una volta, la sua incessante presenza sul territorio, ponendosi a tutela degli interessi patrimoniali dello Stato e dei cittadini.

Articoli correlati

top