venerdì,Maggio 24 2024

Palmi, Foti (Uilpa): «Ritenuto inammissibile il pignoramento dell’Unep»

Il segretario generale territoriale: «Lo Stato aveva pignorato se stesso vincolando l’unico conto corrente in uso all’Ufficio Esecuzioni del Tribunale di Palmi e bloccando l’espletamento di tutte le attività istituzionali degli Ufficiali Giudiziari»

Palmi, Foti (Uilpa): «Ritenuto inammissibile il pignoramento dell’Unep»

«Procedimento inammissibile. Così si è pronunciato lo scorso 9 aprile il giudice dell’esecuzione Ambra Alvano, sulla vicenda del pignoramento dell’Unep di Palmi, mettendo così fine alla spinosa vicenda». A dichiararlo è Patrizia Foti, segretario generale territoriale della Uilpa di Reggio Calabria. «Ripercorrendo la vicenda – prosegue Foti – lo scorso febbraio lo Stato aveva pignorato se stesso vincolando l’unico conto corrente in uso all’Ufficio Esecuzioni del Tribunale di Palmi e bloccando l’espletamento di tutte le attività istituzionali degli Ufficiali Giudiziari, a causa di un presunto debito imputato all’Ufficio Esecuzioni di Palmi, ma riconducibile a un soggetto terzo che nulla aveva a che fare con l’ufficio in questione. Un errore a carico dell’Unep e perseguito dall’Agenzia delle Entrate Riscossione su richiesta dell’Inps di Reggio Calabria.

Una vittoria di cui eravamo certi – conclude Foti – come sindacato e come esperti del settore, prerogative queste, che ci hanno permesso di mettere in campo, anche in sinergia con il dirigente dell’Ufficio Esecuzioni di Palmi, Pietro Princi, tutte le azioni necessarie a riparare i gravi danni e a rendere giustizia ai lavoratori depauperati della loro dignità e dei loro diritti, da un’azione vana e sterile da parte della P.A., che avrebbe potuto semplicemente dare ascolto alle nostre rimostranze e a quelle dei lavoratori dell’Unep».

top