Mercurio sul disco del Sole, martedì osservazione al Planetario

Il raro fenomeno si verifica 13 volte ogni secolo tra maggio e novembre. Gli esperti guideranno il pubblico con strumenti 3D
Il raro fenomeno si verifica 13 volte ogni secolo tra maggio e novembre. Gli esperti guideranno il pubblico con strumenti 3D

In occasione del raro fenomeno astronomico del transito di Mercurio sul disco solare che avverrà lunedì 11 novembre, il Planetarium Pythagoras di Reggio Calabria propone, al pubblico e alle scuole, osservazioni guidate al telescopio e proiezioni in 3D.

Mercurio è un pianeta roccioso, il più piccolo e più vicino al Sole. Nella mitologia, è il messaggero degli dei con i calzari alati che per la sua velocità e destrezza divenne, ahinoi, anche il protettore dei ladri. Se le condizioni meteorologiche lo permetteranno, sarà uno spettacolo imperdibile osservare con gli strumenti questo fenomeno prospettico in cui il piccolo Mercurio si frappone tra Terra e Sole: nessun video potrà offrirci le stesse emozioni della visione diretta.

Questo evento si verifica in media 13 volte ogni secolo, sempre nei mesi di maggio o novembre, l’ultimo si è verificato il 9 maggio 2016 e per il prossimo occorrerà attendere il 13 novembre 2032, tra 13 anni. Gli esperti del Planetario, dalle ore 13, guideranno il pubblico nell’osservazione con gli strumenti evidenziando l’importanza scientifica di questi eventi. Il fenomeno avrà inizio alle ore 13.35.

L’iniziativa ricade all’interno della Terza edizione del Festival calabrese dell’Astronomia; il progetto è stato presentato per la Selezione e il Finanziamento nell’ambito degli interventi della Regione per la valorizzazione del sistema dei Beni Culturali e per la qualificazione e il rafforzamento dell’attuale offerta culturale presente in Calabria – Annualità 2019 – Tipologia 1.3 – Eventi innovativi non storicizzati.