martedì,Novembre 24 2020

Il Catanoso – De Gasperi partecipa alla sesta edizione di “Libriamoci”

I giornalisti del Reggino.it a scuola per parlare ai ragazzi della costruzione di un giornale e rispondere alle loro domande

Il Catanoso – De Gasperi partecipa alla sesta edizione di “Libriamoci”

Di Tatiana Galtieri – «Il mondo deve essere scosso dalle fondamenta, con violenza, perché l’umanità sappia quello che sta accadendo» scrive Johnatan Safran Foer. Un monito scandito a chiare lettere dall’Istituto comprensivo “Catanoso – De Gasperi” con “Ospiti del pianeta” e “La nostra voce fa la differenza”, attività realizzate, lo scorso 15 novembre, per “Libriamoci – Giornate di lettura nelle scuole”, iniziativa promossa dal Centro per il libro e la lettura del MiBACT e dalla Direzione Generale per lo Studente delMIUR.Appuntamento consolidato, quello dell’Istituto reggino, che ha analizzato, nell’auditorium della scuola secondaria di primo grado “De Gasperi”, il ruolo decisivo delle nuove generazioni nella lotta ai cambiamenti climatici e l’importanza di leggere i giornali, nuclei tematici della sesta edizione della kermesse.

«Quest’iniziativa ci serve per veicolare messaggi positivi, come la libertà e l’abilità di coscienza critica che si possono ottenere con la lettura – sottolinea il Dirigente scolastico, Professoressa Sonia Barberi – La conoscenza ci fa vedere con occhi diversi e ci fa volare in alto». Leggere per nutrire le menti e connettersi con un mondo che ha bisogno di noi, una «casa in fiamme» che soltanto con oculate scelte quotidiane può sfuggire al «più grande fallimento della storia»e «correre verso la vita». Consapevolezza acquisita dagli alunni con la lettura animata di brani tratti da “Possiamo salvare il mondo prima di cena” di Johnatan Safran Foer, “La nostra casa è in fiamme”di Greta Thunberg e “Storia di una gabbianella e il gatto che le insegnò a volare”di Luis Sepulveda, declamato per l’occasione in spagnolo.

Riflessione corale ad alta voce evidenziata dalle note dell’ensemble di arpe dell’Istituto, guidato dalla Professoressa Maria Cristina Caridi con il Canone di Pachelbel e una melodia bretone e dai flautisti, diretti dalla docente Teresa Toscano, con The Lion sleeps e Robin Hood. Analisi impreziosita dalla voce narrante di Rosalia Salvatore, giornalista e lettrice ufficiale, inviata dalla segreteria organizzativa nazionale di Libriamoci. Panoramica proseguita con il focus sul linguaggio giornalisticoe la formula dell’intervista alla rovescia, che ha consentito agli studenti di porre interrogativi a esponenti dei media e del mondo della stampa.Principio di vicinanza, fake news, verifica delle fonti tra gli argomenti sviscerati dai giornalisti Consolato Minniti e Gabriella Lax, ospiti dell’evento. «Più sarete informati, meno sarete manipolabili – il consiglio di Consolato Minniti ai ragazzi- il giornalismo è tutto ciò che il potere non vuole che si sappia».  

Elogio alla lettura e a chi si ostina a praticarla tessuto anche dagli altri plessi dell’Istituto “Catanoso – De Gasperi”, durante l’intera settimana, con iniziative dedicate a Gianni Rodari e la disamina di “Greta e le altre”, in cui la storia dell’attivista svedese diviene paradigma per comprendere l’emergenza climatica dei nostri giorni.