mercoledì,Dicembre 2 2020

Mana Chuma Teatro conquista il premio della critica 2019

Il riconoscimento conferito dall’Associazione nazionale critici di teatro. In settimana una conferenza stampa per raccontare i particolari dell’evento ed annunciare novità

Mana Chuma Teatro conquista il premio della critica 2019

«Siamo onorati di annunciare che Mana Chuma Teatro riceverà il premio della critica 2019 dall’Associazione nazionale critici di teatro. Grazie a tutti coloro che hanno contribuito a questo importante riconoscimento». Un grande riconoscimento, ma bocche cucite sui dettagli da parte della compagnia teatrale. Certo è che i particolari sulla premiazione e non solo, saranno svelati in settimana nel corso di una conferenza stampa.

Piatto ricco per Mana Chuma teatro, reduce dai successi di “Come un granello di sabbia”, pièce scritta e diretta da Salvatore Arena e Massimo Barilla. Un successo internazionale quello della storia dolorosa e drammatica di Giuseppe Gulotta, giovane muratore di Alcamo, condannato per l’efferata strage di carabinieri del 1976 e riconosciuto finalmente innocente, solo nel 2012. Uno spettacolo che, a dispetto del titolo, pesa come un macigno, secondo la critica «intenso e palpitante, sa restituire il respiro, le emozioni, il dolore, l’amore, l’attesa e la dignità di un uomo per troppo tempo rimasto senza voce». Il nuovo testo del duo Arena Barilla, F-Aìda è semifinalista al premio Dante Cappelletti 2019.
Una produzione di Mana Chuma Teatro e la distribuzione della Rete Latitudini, che ha ricevuto, dal suo debutto nel 2015, il “Premio selezione in-box 2016” e che vanta all’attivo 70 repliche, in tutta Italia, fra cui Milano, Roma, Bologna, Firenze, Salerno, Trento, Como, Castiglioncello, Catania, Palermo, Messina e Reggio Calabria.
Lo spettacolo ha fatto ua marzo scorso la prima trasferta tedesca di marzo al Teatro Die Wohngemeinschaft di Colonia, seguita da altre due date all’estero: a fine ottobre al Valletta Campus Theatre in Malta, nell’ambito della XIX Settimana della Lingua italiana, con la coproduzione di Arts Council Malta e Di Teatru Malta e Università Di Malta. Da Malta, la Compagnia direttamente a Parigi, per andare in scena nel salone dell’Istituto dell’Ambasciata d’Italia.