sabato,Ottobre 31 2020

Sinergia Museo-Università. Nava: «Accordo di eccellenza»

Il progetto di collaborazione tra i due poli, della durata di 3 anni, presentato in conferenza stampa

Sinergia Museo-Università. Nava: «Accordo di eccellenza»

Un accordo di collaborazione tra il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria e il Dipartimento di Architettura e Territorio dell’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria. Il progetto è stato presentato in conferenza stampa dal direttore del Museo Carmelo Malacrino, dal direttore del Dipartimento d’ArTE Adolfo Santini e  dalla delegata del Rettore a “Ricerca, Rapporti istituzionali con il territorio e terza missione” dell’Università Mediterranea, Consuelo Nava.

La buona “rete” dei rapporti tra le istituzioni nel territorio reggino e calabrese si arricchisce di una nuova fertile sinergia tra luoghi della cultura che operano nella ricerca, nella formazione, e in progetti di tutela, di valorizzazione e di sviluppo attraverso la condivisione delle conoscenze e delle professionalità, con ricadute concrete positive per il miglioramento della qualità della vita della comunità locale. Il MArRC prosegue, così, nelle “buone pratiche” di partnerariato, che sono espressione di corresponsabilità nella gestione dei beni pubblici, con la partecipazione attiva dei cittadini.

La convenzione ha durata triennale, rinnovabile. Tra i progetti operativi della sinergia, anche percorsi di tirocinio professionale curriculare al Museo per gli studenti dell’ateneo reggino, quale opportunità di abilitazione al lavoro nell’ambito dei beni culturali e dei materiali innovativi. 

«Questo è un accordo di eccellenza – ha spiegato Nava – il museo non è solo esposizione ma un punto di riferimento per la cultura della città. Essere noi protagonisti in un percorso di condivisione è un’occasione straordinaria. Questa convenzione ha qualcosa in più, un impegno di ricerca mai sottaciuto rispetto al nostro accordo, per esprimere competitività su linee di ricerca».