venerdì,Ottobre 30 2020

Sant’Alessio in Aspromonte, nuovo approccio didattico sulle orme di Leonardo

L'idea del gruppo consiliare "Il Tiglio" per rilanciare il paese nel post-Coronavirus

Sant’Alessio in Aspromonte, nuovo approccio didattico sulle orme di Leonardo

Il gruppo consiliare di Sant’Alessio in Aspromonte “Il Tiglio” ha presentato una proposta di rilancio culturale del paese post-Covid, che si potrebbe anche estendere ai Comuni limitrofi, in un’ottica di didattica aperta al territorio.

«I ragazzi hanno bisogno di essere stimolati – si legge in una nota – Chi meglio di Leonardo Da Vinci può farlo? La politica, in sinergia con la comunità educante e le associazioni, ha l’obbligo di interrogarsi sulle condizioni in cui versa il proprio territorio e soprattutto di interessarsi dei ragazzi, mettendo in campo azioni culturali originali che possano essere di aiuto a sviluppare la creatività e la passione scientifica».

«In attesa di sapere come saranno organizzate le aule in previsione del nuovo anno scolastico, risulta evidente che sarà possibile, se non auspicabile, attivare approcci didattici all’aperto come già avviene in diversi Paesi del Nord Europa. Ecco l’idea, sulle corde letterali di Leonardo Da Vinci, di realizzare delle aule diffuse all’interno del paese, dove i ragazzi avranno la possibilità di formarsi

all’aperto, a contatto con la natura, apprezzando le condizioni climatiche collinari e la conformazione geografica pianeggiante che caratterizza Sant’Alessio. La rivoluzione della didattica è la rivoluzione della curiosità, stimolata in luoghi aperti dove i discenti possono stare a stretto contatto con la natura».

Il progetto illustrato dai consiglieri comunali Nino Calarco, Giuseppe Romeo e Fabio Marra, dal titolo “Leonardo in Aspromonte”, si articola in otto azioni sperimentali, ognuna della quali è ispirata dalle lettere che compongono il nome del genio universale del Rinascimento e sono: Latino, Esplorazione, Ornitottero, Natura, Anatomia, Robotica, Difesa, Opere.

Il gruppo consiliare “Il Tiglio” sarà ben lieto di fornire, dietro opportuna richiesta, le schede progettuali all’Amministrazione comunale di Sant’Alessio, nell’interesse generale del paese e, soprattutto, dei ragazzi; allo stesso tempo offrirà anche la sua collaborazione per la migliore riuscita del progetto.

Alla presentazione della iniziativa hanno aderito sia il presidente della Pro Loco Sant’Alessio Luigi Romeo che la presidente dell’Auser Sant’Alessio Angela Petrolino. «Come diceva Seneca non guardiamo al risultato, ma alla bontà della decisione che abbiamo intrapreso nel predisporre un progetto di ampio respiro, con ricadute culturali importanti, a beneficio della società e dei nostri figli».