giovedì,Novembre 26 2020

Reggio Calabria, teatro Cilea: una short list per i servizi

Il consiglio comunale approva una delibera per l’adozione di un regolamento per la formazione di un elenco di imprese qualificate nell’ambito di attività, servizi e forniture

Reggio Calabria, teatro Cilea: una short list per i servizi

È stata approvata ieri in consiglio comunale a Reggio Calabria la “Proposta di adozione del Regolamento per la formazione di un elenco di imprese qualificate nell’ambito delle attività/ servizi/ forniture da svolgere all’interno della struttura comunale F. Cilea”. Un passo verso la trasparenza per le società che andranno ad operare all’interno della struttura. Cosa che fino ad oggi non era mai accaduta. Ad adottare la delibera il consiglio comunale, nella seduta di ieri, su una proposta della commissione Statuto e regolamenti. Di seguito sarà bandito un avviso.

Cilea, l’elenco di imprese qualificate

Un elenco di imprese qualificate che assicurino (rispondendo a determinati, stabiliti requisiti) un corretto utilizzo della struttura di proprietà comunale. In ballo ci sono le attività connesse e collegate all’attività teatrale. Si tratta di servizi che l’amministrazione non poteva fornire. Si specifica che la costituzione dell’elenco non obbliga gli organizzatori di eventi ad usufruire delle ditte inserite nell’elenco, ma impone alle ditte inserite il rispetto di parametri e requisiti (di ordine generale e di idoneità professionale) che il regolamento stabilisce. L’avviso e l’elenco saranno pubblicati sul sito del Comune.

L’assessore Calabrò: «Garanzia e trasparenza»

«Si da la possibilità a tutte le imprese che lavorano nel settore per questo tipo di servizi di concorrere nell’ottica della trasparenza. Una garanzia per il Comune e per gli operatori del settore. Trasparenza e concorrenzialità per le imprese, possibilità di scelta e garanzia per chi usufruisce dei servizi sia per i piccoli operatori che per le grandi compagnie» ha commentato l’assessore al bilancio ed alla valorizzazione del patrimonio culturale Irene Calabrò.