domenica,Ottobre 25 2020

Matrimoni da favola, gli “sposi di Scilla” raccontano la foto che ha fatto il giro del web

Jennyfer Rizzo e Salvatore Sellitto spiegano in che modo è nato lo scatto che ha emozionato la rete. Ecco come il maltempo è stato trasformato in un momento da ricordare e condividere

Matrimoni da favola, gli “sposi di Scilla” raccontano la foto che ha fatto il giro del web

di Agostino Pantano – I protagonisti della foto che per la spettacolarità delle onde alte sta facendo il giro dei social, gli “sposi di Scilla” così sono stati ribattezzati, sono in realtà una avvocata di San Ferdinando e un ingegnere di Napoli che per la prima volta raccontano il backstage del fortunatissimo set fotografico.

«Ovviamente a scegliere Scilla ero stata io», chiarisce scherzosamente Jennyfer Rizzo mentre il consorte, Salvatore Sellitto ammette: «Visto il brutto tempo, fosse stato per me saremmo andati altrove». Anche il fotografo del fotografo, Giovanni Luca Bellantoni – e a lui che si deve lo scatto che rimbalza su internet – ha una storia nella storia perché, scorrendo il suo profilo facebook, si nota come non sia questa la prima volta che immortala e fa conoscere gli scorci incantevoli della sua Scilla.

«Si è visto che è stato attento a cogliere l’attimo», sostiene Carlalberto Leonardi, uno dei paggi che gli sposi hanno voluto far salire sulla fontana per lo scatto virale, trovando sponda in una delle intrepide damigelle Maria Romana Falduti secondo cui «non sempre i social sono quel mondo inutile che viene dipinto». E il vero fotografo di questa storia ? Il rosarnese Francesco Restuccia, che già si è complimentato con il “collega” improvvisato, definisce «un problema trasformato in opportunità», il maltempo di quel giorno, e chiama «sogno che ogni fotografo ha di trovare Scilla in quella veste ancora più emozionante».        

 Nessuno magari spiegherà fino in fondo quel che fa diventare virale un contenuto postato sui social, ma una cosa è certa: d’ora in poi nessuno, nei matrimoni, rimprovererà i fotografi  per il ritardo dovuto alla cura che mettono quando gli viene commissionato un servizio.

E a proposito di  sogni, quello di Jennyfer e Salvatore continuerà a Roma dove vivranno essendo là il loro lavoro  – e dove è certo che non ci sarà ad attenderli  nessun mare in tempesta, dopo il matrimonio celebrato a San Ferdinando ed impreziosito dagli scatti a Scilla, che proprio non è “dietro l’angolo”, specie in un giorno di pioggia e vento . «Matrimonio bagnato, matrimonio in questo caso più che fortunato», sintetizza infatti la giovane coppia.