mercoledì,Dicembre 2 2020

Reggio Calabria, il consigliere Quartuccio conferisce l’encomio del Planetario Pythagoras

Il delegato metropolitano alla cultura: «Grazie al lavoro di tutto lo staff il nostro Planetario rappresenta oggi un centro di eccellenza e di Alta Cultura»

Reggio Calabria, il consigliere Quartuccio conferisce l’encomio del Planetario Pythagoras

Si è sempre distinto “per aver contribuito alla divulgazione della cultura scientifica, attraverso un lavoro quotidiano svolto con serietà, passione e impegno, realizzando meritevoli iniziative formative nel campo didattico e culturale, a livello locale, nazionale e internazionale”.

Questa la motivazione alla base del conferimento, da parte del Consigliere Metropolitano delegato alla Cultura, Filippo Quartuccio, dell’attestato di encomio a tutto lo staff del Planetario Pythagoras di Reggio Calabria, coordinato dalla Professoressa Angela Misiano, responsabile scientifico dello stesso.

«Sentivo la necessità – dichiara Quartuccio – di ringraziare, con un elogio formale tutta la squadra del Pythagoras, che ha visto la professoressa Misiano e i suoi ragazzi impegnati in un lodevole lavoro di coinvolgimento di giovani e giovanissimi. Lo studio, l’approfondimento, la collaborazione e la coesione sono i valori trasmessi alle nuove generazioni dalla struttura, contribuendo in modo fattivo alla loro formazione, con grande spirito di servizio e abnegazione civica.

Elementi, questi, estremamente essenziali per coltivare una società sana e libera. Grazie al loro operato il nostro Planetario rappresenta oggi un centro di eccellenza e di Alta Cultura. Sin dall’inizio del mio mandato alla città metropolitana – prosegue Quartuccio – mi è stato chiaro che il Planetario era, ed è, un centro di grande valenza culturale che funziona perché viene tenuto in vita da un gruppo di persone competenti e professionali, mosse dalla passione, che impegnano il proprio tempo alla scoperta di inclinazioni e potenzialità di giovani e meno giovani.

È grazie al Sindaco Falcomatà – sono le parole del consigliere -, il quale ha sempre creduto nelle potenzialità della struttura, che oggi il Planetario volge lo sguardo a sfide di elevatissimo livello, come, ad esempio, l’ormai costante e consueta partecipazione alle Olimpiadi Italiane e Internazionali di Astronomia, con risultati eccellenti dei nostri ragazzi. Non so cosa mi riserva il futuro – conclude il delegato – ma se dovessi essere rieletto tra gli scranni di Palazzo Alvaro il Planetario potrà certamente contare su un valido supporto. Sono dell’idea che sia indispensabile promuovere sempre più iniziative utili alla formazione dei nostri ragazzi attraverso un fattivo spirito di collaborazione tra istituzioni scolastiche e famiglie».

È doveroso, infine, evidenziare e riconoscere il ruolo che la Società Astronomica Italiana, responsabile scientifica della struttura, ha sempre svolto e continua a svolgere nella nostra Regione a sostegno di tutte le attività didattiche e divulgative.