giovedì,Novembre 26 2020

San Ferdinando, chiuso in casa per la pandemia: Domenico scrive un libro a soli 15 anni

Il giovane ha messo a frutto la sua passione per la cucina e il galateo. E in vista del secondo confinamento rilancia: «Ho in programma un cortometraggio»

San Ferdinando, chiuso in casa per la pandemia: Domenico scrive un libro a soli 15 anni

di Agostino Pantano – Prima ha aperto un blog e poi ha pubblicato un libro, tutto questo a 15 anni e sfruttando al meglio le chiusure in casa durante la pandemia. È così che Domenico Pio Rizzo, un liceale di San Ferdinando che studia al “Pizzi” di Palmi ha vissuto il primo lock down mettendo a frutto due passioni che aveva da prima, la cucina e le buone maniera nello stare a tavola.

«Ho sempre sperimentato tra i fornelli – spiega il ragazzo – e nei primi giorni della pandemia dopo un po’, facendo i compiti e le videolezioni, ascoltando musica e facendo pesi, mi annoiavo». Da qui l’idea di registrare un dominio “culturaebuonemaniere”, caricare ricette e soprattutto la storia del galateo a puntate.

«Il galateo non deve essere inteso solo come l’insieme delle regole legate alla tavola – prosegue – ma anche come il debutto per un adolescente nella vita pubblica. Come ci insegnano a lavarci e a non dire parolacce, allo stesso modo diventa importante offrire di sé un’immagine composta». “State a tavola con garbo”, si intitola questa pubblicazione autoprodotta dal testo fino all’editing passando per l’impaginazione.

Il divano come alleato creativo e, nel mare di brutte notizie, l’originalità di un tran tran casalingo di colpo cambiato
Parla soprattutto agli allergici delle restrizioni, la storia di Domenico che – vulcanico figlio di una casalinga e di un operaio del porto di Gioia Tauro – in vista di un probabile secondo confinamento, non ha dubbi: «Sto preparando un secondo libro, ma anche la sceneggiatura per un cortometraggio che ho in mente di fare».