martedì,Dicembre 1 2020

Scuola, celebrata al “Catanoso-De Gasperi” la giornata di lettura

La campagna nazionale promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, attraverso il Centro per il libro e la lettura e dal Ministero dell’Istruzione

Scuola, celebrata al “Catanoso-De Gasperi” la giornata di lettura

di Tatiana Galtieri – Liberare la fantasia e guardare la realtà con occhi diversi e sempre nuovi. Questo il potere sprigionato dalla lettura, celebrata dall’Istituto comprensivo “Catanoso- De Gasperi” per la VII edizione di “Libriamoci- Giornate di lettura nelle scuole”, la campagna nazionale promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, attraverso il Centro per il libro e la lettura e dal Ministero dell’Istruzione – Direzione generale per lo Studente, l’Inclusione e l’Orientamento scolastico, con l’intento di diffondere e incrementare la passione per i libri.

Positivi alla lettura” il tema di quest’anno, in scena in tutto il Belpaese dal 16 al 21 novembre che, a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid 19, ha individuato nuovi canali comunicativi, con incontri in presenza e online. Sfida accettata dall’istituto reggino, che ha aderito all’iniziativa con un doppio appuntamento, “Parole gentili” e “Il coraggio di essere umani- Alla scoperta di Sostiene Pereira”, svoltisi in modalità remota rispettivamente il 19 e il 21 novembre scorsi per i filoni tematici “Contagiati dalla gentilezza” e “Contagiati dalle idee”.«Questa manifestazione permette, nel particolare momento storico che stiamo vivendo, di entusiasmarci grazie alla forza delle parole – il messaggio di Marco Geria, Dirigente scolastico dell’Istituto “Catanoso- De Gasperi” – Si tratta di un modo di avvicinarsi, nonostante le distanze». Un’avventura sensazionale, vissuta dagli studenti della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto reggino attraverso le pagine di “Wonder” di R. J. Palacio e di “Matilde” di Roald Dahl, lettrice vorace che «girava il mondo, restando seduta nella sua stanza», passando per la storia di catarsi e rinascita di “Sostiene Pereira”, capolavoro sgorgato dalla penna di Antonio Tabucchi.

Un respiro attorno al mondo e ai suoi sfavillanti colori reso possibile anche grazie alle letture ad alta voce degli attori Elena Stabile, Sandra Franzo, Mariella Fenoglio e Cosimo Pasquarelli e con il contributo della regista Teresa Pedroni della compagnia teatrale romana “Diritto e rovescio”, lettori volontari della kermesse. Teatro e letteratura i binari percorsi dal viaggio emozionale per abbandonarsi al suono delle parole e rintracciare nella lettura un antidoto per crescere, capire se stessi e affrontare i momenti difficili. «La letteratura è una salvezza – racconta ai ragazzi la regista Teresa Pedroni – Ci consente di accedere alla realtà che ci circonda con altri occhi, serve per cambiare punto di vista». Inclusione, accoglienza, solidarietà e libertà di opinione, tra i temi trattati, piccoli semi germinati con gentilezza, quell’atto di resilienza che ci permette ancora di mantenere il rispetto di sé e dell’altro. Occasioni speciali per ribadire che un libro e la cultura in generale uniscono sempre e che « forse tutto si può fare, basta averne la volontà».