lunedì,Giugno 24 2024

Il Kaulonia Tarantella Festival tra musica e cinema con Cavallaro e Fonte

La kermesse di musica e cultura etnica trasmesse in diretta web su LaC dal 28 al 30 dicembre

Il Kaulonia Tarantella Festival tra musica e cinema con Cavallaro e Fonte

Saltata l’opportunità di organizzare un’edizione estiva, il Kaulonia Tarantella Festival vuole offrire un segnale di continuità. La kermesse di musica etnica, giunta quest’anno alla 22esima edizione, prenderà il via il 28 dicembre in un format tutto nuovo per effetto delle norme anti-Covid. Una tre giorni di eventi in streaming, trasmessa in diretta dall’auditorium comunale “Frammartino” di Caulonia, trasformato per l’occasione in uno studio di posa televisivo.

La manifestazione avrà la firma e la regia del direttore artistico Mimmo Calopresti, reduce dal successo di “Aspromonte”, che ha accettato con entusiasmo l’idea di un messaggio di risposta attiva che provenga dalla Calabria. Supportato dall’esperienza del coordinatore Carlo Frascà, Calopresti ha elaborato una proposta che mantiene fede alla tradizione guardando nel contempo avanti una logica di incontro di arti e di artisti, di stili e di generi dalla cui fusione nasce l’elemento di novità da cogliere per riuscire ad andare “oltre”.

La prima serata del 28 dicembre sarà affidata alla presenza doverosa e rodata di uno dei figli più importanti del festival di Caulonia, Mimmo Cavallaro, che proporrà uno spettacolo desunto dal suo lavoro discografico “Sacro e Profano”. Assolutamente pertinente con la tradizione del Natale e con quel senso di spiritualità a cui i calabresi hanno sempre fatto ricorso nei momenti di difficoltà collettiva. La serata di martedì 29 dicembre sarà la volta di uno strepitoso quartetto vocale femminile, dalla Puglia, i Faraualla. Un progetto ormai consolidato che sposa la vocalità polifonica pura, l’ispirazione etnica, la creatività innovativa e l’elegante presenza scenica, per offrirci momenti di raffinata distrazione dalla triste monotonia di questo Natale recluso.

La terza serata è un omaggio ad uno degli strumenti più amati della tradizione popolare: l’organetto. Ospite dello show finale del 30 dicembre sarà Alessandro Gaudio, campione del mondo di organetto, in trio con Salvatore Pace (organetti) e Gianluca Perazzo (percussioni). Gaudio dimostrerà nel suo concerto le infinite possibilità di questo strumento, portandolo ai limiti delle sue capacità tecniche senza trascurare la versatilità della timbrica “struggente”. Al trio si accosterà la voce dell’attore di origine reggina Marcello Fonte, palma d’oro al Festival di Cannes come migliore attore per la magnifica interpretazione del film “Dogman” di Matteo Garrone. Fonte ama l’organetto. Ne possiede uno. Lo suona. Gli ricorda “la sua terra, la sua gente”.

Le serate saranno trasmesse in diretta web alle ore 18.00 su LaC TV. «Un plauso a tutti coloro che hanno lavorato, lavorano e lavoreranno, in questo periodo difficile e rischioso – si legge in una nota dell’Amministrazione Comunale – per realizzare questa iniziativa dal forte valore culturale, sociale, simbolico, oltre che artistico ed innovativo. Impiegati comunali, addetti alla sicurezza, tecnici, scenografi e operatori. Tutti portatori di un messaggio di futuro positivo».  

top