domenica,Gennaio 24 2021

Proseguono le tappe di “Abbecedario di una pandemia”, spettacolo ironico e gioioso online

La narrazione è in equilibrio tra ironia e delicatezza, dove la parola e le storie permangono centrali

Proseguono le tappe di “Abbecedario di una pandemia”, spettacolo ironico e gioioso online

“Abbecedario di una pandemia”, è uno spettacolo online, in live streaming, ideato e interpretato da Tiziana Bianca Calabrò ed Eleonora Uccellini. Insieme lo hanno pensato e costruito, forti della loro pregressa esperienza “teatrante” con uno spettacolo ironico e giocoso, ma che, anche allora, esplorava sentimenti e bisogni, dentro una sintonia consolidata.

La narrazione è in equilibrio tra ironia e delicatezza, dove la parola e le storie permangono centrali. Originariamente doveva essere uno spettacolo itinerante da portare in scena nei cortili condominiali, tra il circense e la narrazione, un vero e proprio esperimento teatrale a domicilio. La forma scelta avrebbe evitato assembramenti (ognuno avrebbe potuto assistervi dalle finestre e balconi), ma comunque avrebbe garantito un contatto visivo e la partecipazione del pubblico.

Pochi giorni prima del debutto, la Calabria è stata dichiarata zona rossa. Da qui la decisione di rappresentarlo online. “Arrivare” al pubblico attraverso lo schermo richiedeva uno sforzo di attenzione ed empatia maggiore. Ma c’è una comunicazione altra, che è essa stessa esplorazione: i volti degli spettatori sono oscurati nei loro quadrati visivi e i microfoni mutati, i set di Eleonora e Tiziana sono in due luoghi diversi (le loro abitazioni), l’unico punto di contatto è l’anteprima di uno schermo, con cui tradurre un sentimento.

Lo spettacolo è articolato tra editti antichi, decreti nuovi, racconti e l’alfabeto, che richiama le parole come formule per esorcizzare paure e preoccupazioni, ma anche storie estratte dai libri. Al termine dello spettacolo, accesi gli schermi degli spettatori (non più di sei per performance), arrivano i sorrisi, gli sguardi e le parole.

Concluse le repliche programmate, con prenotazione per la partecipazione, il nuovo anno inizia con le repliche on demand, ovvero su richiesta e per gruppi di amici con cui condividere anche il dopo spettacolo, per un momento ritrovato, seppur a distanza, di convivialità e socialità.