mercoledì,Giugno 16 2021

Laureana, concerto del duo Alessandro Careri e Daniele Ciullo alla Casa della musica

L'evento si terrà domani, alle 19, nell'ambito della rassegna "Primavera in musica"

Laureana, concerto del duo Alessandro Careri e Daniele Ciullo alla Casa della musica

Domani, nell’ambito della rassegna “Primavera in musica 2021”, alle 19, nella Casa della musica di Laureana di Borrello, si terrà il concerto del duo composto dal flautista Alessandro Carere e dal pianista Daniele Ciullo. La manifestazione, organizzata congiuntamente da Ama Calabria e dall’associazione Paolo Ragone di Laureana di Borrello è organizzata con il sostegno del Ministero della Cultura direzione generale Spettacolo, della Regione e della Città metropolitana di Reggio Calabria, del Cidim, dell’Anbima Calabria e della Buffet & Crampon di Parigi e la collaborazione del Comune di Laureana di Borrello, dell’Istituto Superiore Raffaele Piria e dell’Istituto Comprensivo Laureana, Galatro Feroleto.

Alessandro Carere, nato a Reggio Calabria nel 1980, ha conseguito il diploma di flauto a soli sedici anni con il massimo dei voti, al Conservatorio “F. Cilea” di Reggio Calabria sotto la guida di M. Cecchini. Conclusi gli studi si è perfezionato con M. Scappini ed ha frequentato corsi di alto perfezionamento musicale con G. Roselli, A. Amenduni, A. Oliva, J. C. Gerard, R. Pucci, M. Marasco, M. Zoni, S. Vella, e con le prime parti del Teatro alla Scala di Milano: D. Formisano alla “Scuola musicale di Milano”, B. Cavallo all’Istituzione musicale Etnea e l’Accademia Flautistica di Imola dove consegue il diploma triennale con la qualifica di “Master”, massimo riconoscimento attribuito dalla scuola.

Giovanissimo si è imposto all’attenzione del panorama musicale nazionale vincendo tutti i concorsi nazionali ai quali ha partecipato: “Città di Modica”, “Vanna Spadafora”, “A.M.A. Calabria”. Nel ’97 si è brillantemente affermato al concorso internazionale “International Music Competition” di Cuneo, vincendo il premio “Vittoria Caffa Righetti”. Primo flautista a ricevere il premio “Anassilaos” a Reggio Calabria nel 1999, si è esibito come solista in occasione dell’inaugurazione del palazzo del “Consiglio regionale di Reggio Calabria” con l’orchestra del conservatorio “Francesco Cilea”. È vincitore del premio L. Giannella e del premio E. Krakamp che in due edizioni consecutive (’99 e 2000) del concorso nazionale per flautisti E. Krakamp di Torre del Greco (NA).

Ha partecipato a concorsi internazionali come il concorso Domenico Cimarosa di Aversa e Amilcare Ponchielli di Cremona. Nel luglio 2002 ha vinto il secondo premio al concorso internazionale per “Flauto e orchestra Franz Schubert” di Ovada (AL). In tale occasione ha eseguito il concerto in mi minore di Saverio Mercadante, assieme ai “Virtuosi di Moldavia”. Nell’ottobre 2004 ha vinto il secondo premio al prestigioso concorso nazionale per flauto “Francesco Cilea” di Palmi. Nel 2010 ha tenuto una master dal titolo “Elementi di base per la produzione del suono nel flauto” in occasione del festival “Flautisti in festa” di Firenze su invito di Michele Marasco, nel 2011 partecipa come membro della giuria al concorso flautistico E. Krakamp, nel 2012 tiene Masterclas e concerti al Conservatorio Profesional de musica di Madrid e al Conservatorio Estatal de musica di Tarazona.

Primo flauto dell’Orchestra della provincia di Catanzaro e dell’Orchestra del Teatro “F.Cilea” di Reggio Calabria, si è esibito sotto la direzione di S. Lastella, A. Cipriani, S. Lucarelli, R. Gessi, Mons. M. Frisina, S. Cipriani, L. De Filippi, J. Kovacev, C. Palleschi, N. Luisotti, F. Pirone, N. Muus, Daniel Oren, svolge un’intensa attività concertistica da solista e in diverse formazioni cameristiche, la sua attività lo ha portato ad esibirsi in diverse città italiane ed all’estero (Toronto, Montreal, Malta, Madrid Saragoza). È stato più volte recensito su riviste flautistiche come FALAUT, SIRYNX. Ha inciso i “15 studi dilettevoli e progressivi per flauto op.33” di E. Koheler, “58 studi per flauto” di G. Gariboldi ed ha pubblicato una raccolta in due volumi dal titolo “Start” sulla tecnica flautistica e un metodo per flauto per i corsi ad indirizzo musicale delle scuole medie statali. È docente di flauto all’Accademia Flautistica di Reggio Calabria di cui è direttore artistico.

Daniele Ciullo, nato a Perugia nel 1966, ha studiato pianoforte al Conservatorio di questa città, diplomandosi sotto la guida della prof.ssa Patrizia Romano col massimo dei voti e con la lode. Premiato in numerosi concorsi pianistici nazionali ed internazionali, si è perfezionato al Mozarteum di Salisburgo con Tatiana Nikolaeva e Alfons Kontarsky e all’Accademia Chigiana di Siena con Joaquin Achucarro; oltre che con Sergio Fiorentino, Fausto Zadra, Paul Trein e Mirta Herrera, che è stata a lungo la sua insegnante.

La sua attività concertistica lo ha portato a suonare per manifestazioni e associazioni musicali in tutta Italia e in Germania, Francia, Spagna, Olanda, Ungheria, Rep. Ceca, Slovacchia, Austria, Malta e Portogallo, riscuotendo ovunque successo di pubblico e apprezzamenti dalla critica. Ha eseguito – insieme ad Ennio Nicotra, Cristina Capano, Bruno Canino, Antonio Ballista ed altri – le musiche del film documentario “Play” sulla direzione d’orchestra del regista M. D’Anolfi. Si è laureato con 110 e lode in Storia della Musica all’Università di Perugia con una tesi analitica sulla Sonata per pianoforte di A. Berg, che è stata poi pubblicata sulla rivista specializzata “Esercizi”, e su cui ha tenuto anche alcune conferenze-concerto.

Si è dedicato alla musica da camera collaborando con strumentisti quali il clarinettista Ciro Scarponi, il flautista Luciano Tristaino, il chitarrista David Russell, ed altri. È stato per molti anni pianista e preparatore del Coro Lirico dell’Umbria e del Coro dell’Università degli Studi di Perugia – diretto negli anni da affermati direttori come Salvatore Silivestro, Claudio Fabbrizi e Carlo Palleschi – insieme al quale fra l’altro ha collaborato con Radio3 alla trasmissione “La Barcaccia” di Raitre per una realizzazione in diretta di opere in forma di concerto con pianoforte insieme a solisti di fama internazionale come P. Cappuccilli, M. Oliviero, G. Taddei ed altri. Ha svolto attività concertistica anche come voce di tenore, prediligendo la musica antica e la polifonia sacra e profana. Dirige il coro “Nicola Antonio Manfroce” di Palmi. È docente di pianoforte alla Scuola Media Statale di Taurianova. Nel suo programma il Duo eseguirà di Ernest Bloch Suite modale, di Pëtr Il’ič Čajkovskij Aria di Lensky, di Franz Doppler Fantasia Pastorale Ungherese, di Gary Schocker Siciliana e scherzo, di Ian Clarke Hipnosis, Deep Blue e di Gary Schocker Regrets and Resolutions.

top